Scuola e politiche per la disabilità: un confronto sulla rete

Si terrà il prossimo 19 febbraio, a partire dalle ore 17.00, in diretta sul sito internet della Federazione italiana superamento handicap, il webinar “Piano Educativo Individualizzato Digital Talk di approfondimento e analisi”. Un dialogo a più voci, dove in un clima di confronto costruttivo si analizzerà il DM 182/20, con particolare riferimento alle Linee Guida, ma, soprattutto, dei modelli PEI, i nuovi modelli di piano educativi individualizzati che dovranno essere adottati per il prossimo anno scolastico.

Il nuovo Piano coinvolgerà i docenti, le famiglie, il personale sanitario, introducendo all’interno del mondo scolastico la nuova prospettiva bio-psico-sociale, ruotando attorno a quattro assi: la socializzazione e l’interazione, la comunicazione e il linguaggio, l’autonomia e l’orientamento, la dimensione cognitiva, neuropsicologica e dell’apprendimento. La precedente ministra dell’istruzione, che lo aveva fortemente voluto, aveva riferito: «Il nuovo Pei ruota attorno al rafforzamento del principio della presa in carico dell’alunno da parte di tutta la comunità scolastica. Anche per questo la legge di bilancio, oltre al Piano di assunzioni sul sostegno, prevede fondi per un’adeguata formazione sui temi dell’inclusione per tutto il personale». Al nuovo titolare del dicastero, il ministro, Patrizio Bianchi, auguriamo buon lavoro e con l’auspicio che il confronto sui temi della scuola e del nuovo Piano educativo individuale possa proseguire.

Già, perché la Fish, che ha collaborato con le altre associazioni alla stesura del Piano, ne ha fatto emergere anche le criticità; infatti, hanno riferito dalla Federazione: «nel decreto ritroviamo alcune conferme rispetto alle istanze presentate dalle Associazioni in questi ultimi intensi mesi di confronto; alcune, però, sono mancanti, come ad esempio: la somministrazione non specialistica dei farmaci estremamente connessa con una condizione di disabilità». E ancora: «sono mancanti anche le Linee Guida sul Profilo di Funzionamento che tengano conto della condizione di disabilità dei singoli alunni, ma anche delle situazioni di contesto ambientale previste in modo innovativo dalla Convenzione Onu sui diritti delle Persone con disabilità».

Ulteriori limiti sono stati rilevati, poi, in ordine alla «previsione del finanziamento per l’aggiornamento del personale scolastico, che dovrà essere completata con apposita normativa, attualmente inesistente, sulla formazione iniziale di tutto il personale scolastico sulle didattiche inclusive». Invece, tra le note positive vi è, senza dubbio, il riconoscimento del fatto che «i nuovi strumenti adottati dal Pei permetteranno, su tutto il territorio nazionale, di avere un linguaggio comune e univoco, con l’obiettivo di superare discrezionalità, approssimazione, disomogeneità, nell’ottica di poter rendere sempre più esigibili i diritti dei ragazzi e delle ragazze con disabilità».

A partire da queste considerazioni, dunque, si svolgerà il webinar di venerdì 19 febbraio, che sarà trasmesso anche in diretta facebook e sul nostro canale youtube e che vedrà l’introduzione di Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH, di Stefania Stellino, coordinatrice del Coordinatrice Gruppo Scuola FISH, in qualità di moderatrice del dibattito. Insieme a loro discuteranno del “Piano Educativo Individualizzato”: Francesca Palmas, responsabile centro studi e scuola ABC, Associazione Bambini Cerebrolesi, Flavio Fogarolo, formatore, Raffaele Ciambrone, Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico del Ministero dell’Istruzione, Gianfranco de Robertis, Consulente Legale di Anffas Onlus per le politiche scolastiche, sociali e socio-sanitarie, Salvatore Nocera, Responsabile dell’Osservatorio della Fish sull’integrazione scolastica degli alunni con disabilità, infine, di Nicola Tagliani, psicologo dell’osservatorio scolastico dell’AIPD Nazionale.

Vieni a scoprire il nostro evento

Scarica la locandina del digital talk del 19 febbraio   

Per saperne di più sulle attività della Federazione, continuate a seguirci sui nostri canali social https://www.facebook.com/fishonlus e https://twitter.com/fishonlus

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Potrebbero interessarti anche:

Politiche

La FISH si attende ora dalle nuove Istituzioni risposte urgenti e fatti concreti

EventiWelfare 4.0

È possibile parlare di disabilità, evitando stereotipi e pregiudizi?

ApprofondimentiPolitiche

Che sia realmente garantito il diritto di voto alle persone con disabilità

EventiIniziativePolitiche

La FISH incontra le forze politiche, per chiedere impegni precisi

PoliticheSegnalazioni

Decreto Aiuti bis: nessun ristoro per il non profit contro il “caro energia”

ApprofondimentiPoliticheSegnalazioni

Collaborare tutti per un anno scolastico senza le solite criticità

PoliticheSegnalazioni

La FISH lancia l’allarme per il “caro energia”

IniziativePolitiche

Le politiche future per la disabilità. L’appello di FISH per la nuova legislatura

ApprofondimentiFocusSegnalazioni

Handylex: è on line il nuovo sito

Politiche

Dal rispetto del genere passa la battaglia per l’inclusione

Politiche

La FISH chiede al Presidente Draghi di andare avanti e alle forze politiche di essere responsabili

EventiWelfare 4.0

I sorrisi non bastano

Politiche

Scuola: così se il Governo non interviene l’inclusione scolastica rischia di peggiorare

ApprofondimentiFocus

Online il bilancio sociale della FISH

PoliticheSegnalazioni

I questionari dei pregiudizi

Skip to content