FISH: daremo contributo su discussione decreto anziani non autosufficienti

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera preliminare allo schema di decreto legislativo concernente le politiche a favore delle persone anziane, contenente anche previsioni per le persone non autosufficienti, in attuazione della legge Delega sulle politiche in favore delle persone anziane. Il nuovo decreto introdurrà nel nostro sistema normativo diverse disposizioni operative. Tra le principali, dalle prime anticipazioni, sembrano essere previste misure che riguardano la sanità preventiva a domicilio, la promozione della mobilità, l’alfabetizzazione informatica, interventi integrati sanitari e socioassistenziali. A cui si aggiunge la sperimentazione nel 2025 e 2026 dell’assegno di assistenza mensile per le persone anziane non autosufficienti ultraottantenni, con uno stanziamento di 300 milioni annui, gestito dall’Inps. Inoltre, si prevede anche per le persone anziane e non autosufficienti, analogamente a quanto sta avvenendo per le persone con disabilità, con separato decreto in attuazione di apposita legge delega, un nuovo sistema di valutazione multidimensionale attraverso il quale riuscire determinare i sostegni più adeguati e relativi servizi.

“Al netto di ulteriori valutazioni di merito, una volta che si conoscerà in dettaglio il testo approvato dal consiglio dei ministri Fish ribadisce che alcuni punti cardini introdotti nella legge delega per quanto concerne i diritti delle persone con disabilità che divengono anziane, sono irrinunciabili. Come si ribadisce l’obiettivo principale del decreto, in attuazione della delega è garantire dignità e diritti alle persone anziane e/o non autosufficienti, contribuendo con queste nuove norme a migliorare, in modo significativo ma anche concreto, la loro qualità di vita unitamente ai loro familiari e caregiver. Leggeremo con grande attenzione il decreto, anche al fine di predisporre nostre proposte migliorative da presentare in sede di confronto con le commissioni parlamentari a cui preposte  quando si aprirà la discussione in parlamento”. A dirlo il presidente di FISH, Vincenzo Falabella.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche:

Politiche sociali

Dl 62, FISH: opportunità per persone con disabilità

Politiche sociali

Disposizioni in materia di politiche sociali e di enti del Terzo settore, audizione di FISH

Politiche socialiVita autonoma

Falabella (FISH): garantire vita indipendente a persone con disabilità

LavoroPolitiche sociali

1 maggio, lavoro: persone con disabilità sempre più escluse

Politiche socialiScuola

FISH, la Lega chiarisca posizione sui diritti degli studenti con disabilità

Politiche sociali

Decreto 39/2024, FISH: preoccupati per diritti persone con disabilità

Politiche sociali

FISH: decreto Disabilità semplifica vita a persone

AccessibilitàPolitiche sociali

Abbattimento barriere architettoniche, un webinar per fare chiarezza

Politiche sociali

FISH: necessario garantire inclusione e risorse a persone con autismo

Politiche socialiScuola

FISH: bene continuità didattica per studenti con disabilità

Politiche sociali

FISH: agire per evitare reati contro le persone con disabilità

Politiche socialiScuola

FISH promuove il webinar Quanti casi Ladispoli?

Politiche sociali

Convenzione ONU fondamentale per i diritti delle persone con disabilità

Pari opportunitàPolitiche sociali

Investire nelle donne: accelerare il progresso

AccessibilitàPari opportunitàPolitiche sociali

Disability card e contrassegno parcheggio, FISH: bene accordo Ue