VenetoSede legale

Indirizzo: Stradone Porta Palio, 25 – 37122 Verona
Telefono: 0458010436
Cellulare: 3496304936

Sede operativa

Indirizzo: c/o ANFASS – Via 2 Palazzi, 41 – 35136 Padova
Telefono: 0498901188
Fax: 0458010436
Cellulare: 3496304936
Email: veneto@fishonlus.it

Organi

Presidente: Sonia Zen
Direttivo: Carlo Adelchi Castrignanò (Vicepresidente), Giovanni Cappellari, Massimo Cauchioli, Dario Ceroni (Segretario), Aldo Orlandi, Antonino Russo, Flavio Savoldi (Coordinatore organizzativo), Antonella Tofano (Tesoriere)
Scadenze delle cariche: 16 dicembre 2020

Organizzazioni federate

  • AIAS Provincia di Verona
  • AIPD Veneto
  • AISM Veneto
  • ANGSA Veneto
  • Autismo Triveneto
  • Co.Re.Mi. (Comitato Regionale Mielolesi) Veneto
  • Disabili Visivi Veneto
  • FIADDA Veneto
  • Forum Salute Mentale Veneto
  • Movimento Handicap Veneto
  • TAI (Associazione Thalidomidici) Veneto
  • UILDM Veneto

Attività recenti

La FISH Veneto partecipa a momenti di incontro e confronto stabili con le realtà istituzionali e sociali del territorio: audizioni con il Presidente della Regione e con i Gruppi consiliari, iniziative con la cooperazione sociale, attività promosse dalle associazioni federate.

Da alcuni anni la FISH Veneto pone all’attenzione della Giunta e del Consiglio regionale la necessità di varare un piano straordinario per la disabilità e la non autosufficienza, denunciando la progressiva riduzione dei servizi e delle prestazioni sociali, e la necessità di ripensare gli interventi sul territorio in direzione di una più efficace allocazione delle risorse.

Da un punto di vista organizzativo, la FISH regionale svolge le proprie attività e iniziative attraverso un’articolazione in gruppi di lavoro. Di seguito le principali azioni realizzate nel corso del 2015.

Il gruppo sulla mobilità/accessibilità ha promosso seminari di approfondimento e ha dato il via a una campagna di sensibilizzazione e di dialogo con le amministrazioni comunali. L’obiettivo è la realizzazione dei PEBA (Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche) e l’affermazione concreta del diritto alla mobilità.

Il gruppo sulla scuola ha organizzato seminari di approfondimento sulla proposta di legge tesa a migliorare la qualità dell’inclusione scolastica. Il gruppo ha severamente criticato l’operato dell’Ufficio Scolastico Regionale in merito ai criteri utilizzati per l’assegnazione dei posti di sostegno, che penalizzano gli studenti con disabilità, e su tale questione ha incontrato l’Assessorato regionale all’istruzione.

Il gruppo sull’integrazione lavorativa e la legge 68, di più recente costituzione, si è posto l’obbiettivo di riportare il tema dell’inclusione lavorativa e della formazione, a lungo trascurato, all’attenzione dell’agenda politica. Il responsabile del gruppo è stato designato dalle associazioni di persone con disabilità e loro familiari come rappresentante nella Commissione per la “concertazione” istituita dalla Regione.

La FISH Veneto è impegnata in azioni continue per affermare il diritto per le persone con disabilità a una vita di libere scelte e per rendere esigibili i servizi domiciliari in forma diretta e indiretta. In questa direzione la Federazione regionale si batte contro la tendenza alla sanitarizzazione dei servizi sociali, testimoniata dall’Impegnativa di Cura Domiciliare (ICV) istituita dalla Regione nel 2013, e opera per riportare la deliberazione della Giunta regionale dentro la cultura dei diritti sociali e dei principi dell’articolo 19 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

La FISH Veneto è impegnata ad ampliare la propria base associativa per dare ruolo e capacità propositiva alle delegazioni provinciali: una scommessa culturale e politica di grande valore.