SardegnaSede legale

Indirizzo: Via Asproni, 24 – 09123 Cagliari

Telefono: 0706407661

Cellulare: 3888971690

Email: sardegna@fishonlus.it

Orari di apertura: dal lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00

Organi

Presidente: Alfio Desogus

Direttivo: Angelo Quirico Pisuttu, Giovanni Francesca Contu, Graziano Masia, Marco Granata

Scadenze delle cariche: marzo 2020

Sito web

www.fishsardegna.org

Organizzazioni federate

  • A.S.B.I. Sardegna Onlus
  • AFARP Sassari
  • AIPD Onlus Oristano
  • AISM Cagliari
  • AISM Nuoro
  • AISM Oristano
  • ANFFAS Cagliari
  • ASaMPa (Associazione Sarda Malati Parkinson) Onlus
  • ASAP – Associazione Sarda Paraplegici
  • Associazione Autismo Sardegna Onlus
  • Associazione ciechi ipovedenti retinopatici sardi RP-Sardegna Onlus
  • Associazione D’altra Parte Onlus
  • Associazione Il Labirinto
  • Associazione La Città del Sole
  • Associazione Parkinsoniani Nuoro
  • Associazione Peter Pan Onlus
  • Il Giardino Fiorito
  • Sa.Spo. (Associazione Sardegna Sport)

Attività recenti

La FISH Sardegna aderisce al Coordinamento Cooperazione Internazionale Solidale delle organizzazioni sarde (Co.Co.I.S.). È parte del Forum del terzo settore regionale. Partecipa alla Consulta regionale per la cittadinanza, alla Commissione regionale per le politiche sociali, alla Commissione assessoriale sui progetti personalizzati, al Comitato regionale per la gestione dei fondi per il diritto al lavoro dei disabili. E opera per l’attivazione della Consulta regionale sulle disabilità, prevista dalla legge regionale 7/2008 ma ancora non attuata.

A livello politico-istituzionali, sui principali temi e sulle leggi approvate lo scorso anno dal Consiglio regionale della Sardegna o in discussione nelle commissioni consiliari competenti sono state predisposte osservazioni e richieste di audizioni per apportare modifiche o inserire specifiche inerenti la disabilità. Particolare attenzione è stata dedicata all’istituzione dell’amministratore di sostegno, che trova numerose difficoltà di attuazione in Sardegna.

In occasione del decennale dell’approvazione della Convenzione ONU è stata avviata alla presidenza del Consiglio regionale sardo la specifica richiesta di recepimento formale di questo importante atto internazionale, divenuto nel 2009 legge dello Stato.

Nel corso del 2016, la FISH Sardegna ha proseguito, in modo più mirato, le attività di orientamento e formazione rivolte alle associazioni federate, per consentire loro di attivarsi nella cura delle pratiche e dei procedimenti di riconoscimento dell’invalidità e dell’handicap che interessano i loro associati.

Attraverso il proprio sito internet, La FISH Sardegna offre un servizio informativo sui principali provvedimenti normativi sardi, nazionali ed europei. E ha registrato presso l’ufficio stampa del Tribunale di Cagliari la rivista trimestrale “Nautilux”, che intende porsi come luogo culturale e sociale di osservazione dei diritti e dei processi di inclusione delle persone con disabilità. Ha inoltre proseguito nel sostegno al progetto “Il pentalibro” (conclusosi a luglio del 2016) per la lettura facilitata, promosso dall’Associazione ciechi ipovedenti retinopatici sardi (RP-Sardegna) e finanziato dalla Fondazione con il Sud.

Sempre nel corso del 2016, la FISH Sardegna ha operato per assicurare un’adeguata valutazione degli alunni con disabilità, con l’obiettivo di garantire la presenza dei docenti di sostegno e un adeguato numero di ore. Particolare attenzione è stata posta alla riconfigurazione degli enti territoriali in conseguenza del superamento delle Province, competenti in tema di trasporto degli alunni con disabilità.La FISH Sardegna ha operato per l’introduzione di una nuova legge regionale per il diritto allo studio e alla formazione professionale, avanzando proposte per l’istituzione del formatore di sostegno e del mentor. È stata impegnata in iniziative per qualificare le scelte adottate in materia di scuola digitale. Ha promosso incontri con i responsabili dell’Ufficio Scolastico Regionale e dell’Assessorato regionale all’istruzione sui temi della formazione dei docenti e delle modalità di comunicazione. Infine, ha dato il proprio sostegno alla definizione delle leggi regionali sulla dislessia, sul caregiver familiare e sulla sclerosi multipla.

Sul tema della mobilità e accessibilità, la FISH Sardegna ha svolto azioni per sensibilizzare e richiamare l’attenzione delle istituzioni riguardo la proposta di legge regionale n. 320 concernente “Norme in materia di Turismo”. Ha intrapreso iniziative per le agevolazioni e le riduzioni delle tariffe, sia nel trasporto locale che in quello nazionale. Ha sensibilizzato e richiamato l’attenzione degli enti locali sulla riorganizzare della rete dei parcheggi riservati. Ha avviato un forum fra associazioni per una progettazione regionale che miri a una migliore ricettività alberghiera. E ha operato per costituire un fondo di solidarietà che destini alle persone con disabilità fisica un prestito al 50% per l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle proprie abitazioni.

Sempre nel 2016, è proseguita l’attività di testing dei siti web delle istituzioni pubbliche per rendere maggiormente fruibile la cultura, la conoscenza e la possibilità di avvalersi dei servizi comunali. È stata garantita l’attività di consulenza dell’ausilioteca per mettere a disposizione dei dirigenti associativi gli ultimi dispositivi e i programmi destinati alle persone con disabilità. Sono stati infine predisposti alcuni tutorial per diffondere le conoscenze sulle opportunità per l’inclusione sociale e lavorativa.