Archivio di Settembre 2011

Un disabile su tre perderà l’assistenza

Un disabile su tre perderà l’assistenza

Pesanti restrizioni agli enti locali, riforma taglia-assistenza in arrivo, fondi per il sociale vicini allo zero: le prospettive immediate e a breve termine sono inquietanti per le persone con disabilità. È nella consapevolezza della drammatica realtà che la FISH ha dichiarato, al termine di una intensa riunione, lo stato di mobilitazione. Manifestazioni e proteste eclatanti proseguiranno per tutta la discussione della legge delega, della legge di stabilità e della probabile terza manovra.

Le Manovre tagliano l’assistenza

Le Manovre tagliano l’assistenza

Il Parlamento approva definitivamente la seconda Manovra che, assieme alla prima, comporta nell’immediato un taglio di servizi e prestazioni sociali normalmente erogati dagli enti locali. Ma in arrivo c’è di peggio: la riforma assistenziale che deve consentire un risparmio di 40 miliardi in tre anni. Almeno un terzo dei disabili gravi perderà entro un anno ogni tipo di assistenza, in particolare l’indennità di accompagnamento e gli eventuali assegni di cura.

Tagli all’assistenza: azione dimostrativa della FISH

Tagli all’assistenza: azione dimostrativa della FISH

La FISH ha effettuato oggi una azione dimostrativa in Piazza del Popolo, a Roma, calando dal Pincio un enorme striscione per attirare l’attenzione sulle pesantissime conseguenze della Manovra ora in via di approvazione: con la prevista riforma assistenziale e fiscale, che punta a recuperare 40 miliardi di euro in tre anni, si assisterà ad una forte compressione della spesa sociale. Una prospettiva nefasta che interessa oltre 10 milioni di famiglie italiane.

Assistenza: la Commissione Bilancio conferma i tagli

Assistenza: la Commissione Bilancio conferma i tagli

Oltre 12.000 firme in tre giorni. Si alza sempre più forte un – per ora – inascoltato appello: l’assistenza non deve essere oggetto di compressioni di spesa. Eppure la Commissione Bilancio lascia inalterati i tagli (40 miliardi). Una manovra già bocciata dai mercati, rigettata dai Sindaci per i pesanti tagli ai trasferimenti agli enti locali, portatrice di fortissime tensioni nel mondo del lavoro, condannata persino dalla Chiesa per i molti aspetti di forte disequità, lontanissima dalle reali esigenze, istanze ed aspettative del nostro Paese.

qpe64b - c44xfi - n6grjh - o1d7wb - gpsast - akvuaa - mpds6d - p0yakh