Welfare: arrestato perché protesta contro i tagli

Manifestazione a MontecitorioQuando alcune istituzioni parlano di welfare non sono ammesse le critiche di chi subisce i danni di tagli, perdita di servizi, esclusione sociale. Questa è l’amara sensazione a margine dei fatti accaduti ieri a Roma.

L’incontro degli Stati generali del welfare, promosso dal Sindaco Alemanno, è a senso unico e la presenza della Fornero, fresca di approvazione della riforma sul lavoro, genera l’animata protesta della piazza. Persone giunte a protestare e far sentire in modo forte una voce di dissenso sono strettamente controllate da un cordone di sicurezza, da un dispiegamento di polizia che ha blindato il centro della capitale.

In questo contesto Claudio Tosi, uno dei responsabili del Centro servizi volontariato del Lazio, è stato fermato e trascinato di peso fuori dall’auditorium con la ridicola accusa di essere armato di una fionda (era un legnetto usato nei laboratori di lavoro) e munito di volantini diffamatori.

Claudio Tosi, non violento e pacifista, da anni collabora come volontario con le associazioni del territorio più impegnate nel sociale. Lo sbigottimento è forte sia per l’atto in sé che per il clima che si sta creando in cento piazze del Paese.

Oltre ad esprimere tutta la nostra solidarietà a Claudio, che fa parte del nostro “mondo” – commenta Pietro Barbieri, presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – siamo particolarmente colpiti dalla totale disattenzione, che ora assume anche connotazioni repressive, verso le istanze di tanta parte del Paese, quella colpita, prima che dalla crisi, da tagli indiscriminati al sociale, dalla drastica riduzione dei servizi, dalla compressione dei diritti civili. Nel Paese sono già in corso mobilitazioni che ci coinvolgono e, quindi, non possiamo che prevedere, a fronte di queste reazioni, un’estate ed un autunno particolarmente caldi e carichi di tensione. A meno che il Governo non si ponga in un atteggiamento di ascolto disponibile ad un cambio di passo.”

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Potrebbero interessarti anche:

Politiche sociali

Giornata Memoria, per ricordare l’Olocausto delle persone con disabilità

Pari opportunitàSegnalazioni

Incitamento violenza ai danni delle donne con disabilità, gravità inaudita

Politiche sociali

Gli emendamenti della FISH al Milleproroghe

Politiche sociali

Sulla Legge di Bilancio si poteva fare di più

Politiche sociali

Gli emendamenti FISH alla Legge di Bilancio

Eventi ed iniziative

Vincenzo Falabella confermato presidente FISH

Eventi ed iniziative

Come trasformare le attuali sfide in opportunità di crescita

Eventi ed iniziative

Il 25 novembre di FISH contro la violenza sulle donne

Welfare 4.0

Un welfare comunitario d’inclusione, i seminari di Welfare 4.0

Politiche sociali

Proficuo incontro con il ministro per le Disabilità Alessandra Locatelli

Politiche socialiScuola

Per troppo tempo i bambini e le bambine con disabilità sono stati invisibili nelle statistiche

Politiche sociali

Pronti ad un confronto con il nuovo Governo per i diritti delle persone con disabilità

Politiche sociali

Un nuovo Governo per sfide antiche: si ascoltino le federazioni delle persone con disabilità

Politiche socialiVita autonoma

Il ddl delega non autosufficienza mette in secondo piano le persone con disabilità

Politiche sociali

La giunta nazionale della FISH sul taxi “vietato” alle persone con disabilità

Skip to content