Politiche

Stop a ogni violenza e discriminazione contro le persone con disabilità. La FISH si rivolge alle Istituzioni e alla Politica

Stop a ogni violenza e discriminazione contro le persone con disabilità. La FISH si rivolge alle Istituzioni e alla Politica

«Non possiamo più accettare di assistere ad episodi del genere che suscitano sempre più rabbia e indignazione. Riteniamo dunque urgente un’azione maggiormente incisiva da parte del mondo istituzionale e della politica di fronte ad eventi come questi»: a lanciare il messaggio, pronta a farlo in tutte le sedi più opportune, è la FISH, dopo i recenti fatti di cronaca che hanno visto minori con disabilità picchiati violentemente in Lombardia e nel Lazio.

La FISH impegnata a tutto campo sul fronte della scuola

La FISH impegnata a tutto campo sul fronte della scuola

Oggi pomeriggio la FISH è stata ricevuta in audizione al Ministero dell’Istruzione. Nel corso del suo intervento, il presidente Vincenzo Falabella ha sottolineato che «fino a quando vi sarà un alunno o un’alunna senza Il PEI o con un PEI redatto solo quale adempimento formale, il sistema scuola avrà fallito, non garantendo affatto quelle pari opportunità sancite innanzitutto dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità». 

Alunni e alunne con disabilità: una Proposta di Legge della FISH per l’effettiva inclusione Il Ministero dell’Istruzione si impegna a farla propria

Alunni e alunne con disabilità: una Proposta di Legge della FISH per l’effettiva inclusione Il Ministero dell’Istruzione si impegna a farla propria

Una Proposta di Legge riguardante innanzitutto la continuità didattica dei docenti specializzati per il sostegno, ma contenente anche altre norme utili a rendere la scuola finalmente e concretamente inclusiva per tutti gli alunni e le alunne con disabilità: a presentarla al Ministero dell’Istruzione è stata la FISH, con il sottosegretario Rossano Sasso che incontrando il presidente della Federazione Vincenzo Falabella, ha sottoscritto una dichiarazione di intenti, basata sull’intenzione di fare propria tale Proposta di Legge.

Assegno unico universale: accolte le proposte della FISH

Assegno unico universale: accolte le proposte della FISH

«Durante le nostre ripetute audizioni su tale materia – commenta il presidente della FISH Vincenzo Falabella – avevamo chiesto l’introduzione di una serie di misure inclusive per prevenire le diseguaglianze che il provvedimento, così com’era stato concepito originariamente, rischiava di acuire. Ora, quindi, guardiamo con soddisfazione al recepimento di quelle nostre proposte. L’attenzione dei parlamentari, infatti, ci ha fornito la possibilità di proporre indicazioni utili a migliorare un testo dall’impatto rilevante per le famiglie italiane.

Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità: le proposte della FISH

Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità: le proposte della FISH

«Il corposo documento di proposte che presentiamo oggi alla Conferenza Nazionale è il frutto di un confronto costruttivo che abbiamo tenuto al nostro interno nelle scorse settimane e che è stato redatto grazie al nostro Centro Studi Giuridici e ai contributi arrivati dai vari leader associativi»: così Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH, introduce la partecipazione della propria Federazione alla VI Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità, in corso di svolgimento a Roma presso la Presidenza del Consiglio.

La FISH alla VI Conferenza Nazionale sulla Disabilità Passare dalle parole ai fatti

La FISH alla VI Conferenza Nazionale sulla Disabilità Passare dalle parole ai fatti

«Nei documenti che presenteremo alla Conferenza, redatti con i contributi dei tanti esperti che a noi fanno riferimento, chiediamo di passare dalle parole ai fatti. E la nostra istanza è ormai la stessa da parecchio tempo: serve un nuovo sistema di welfare inclusivo e di comunità».
Così Vincenzo Falabella lancia la partecipazione della Federazione alla VI Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità in programma lunedì 13 dicembre a Roma presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio, che sarà aperta alle 9.30 dal saluto del presidente del Consiglio Mario Draghi.

3 Dicembre. La FISH partecipa alle celebrazioni istituzionali alla Camera e al Senato e lancia un monito: «serve una vera assunzione di responsabilità politica»

3 Dicembre. La FISH partecipa alle celebrazioni istituzionali alla Camera e al Senato e lancia un monito: «serve una vera assunzione di responsabilità politica»

«Con il nostro costante impegno vogliamo cercare di costruire un mondo migliore che non lasci indietro nessuna persona con disabilità. E questa Giornata Internazionale del 3 Dicembre deve servire da una parte ad accendere i riflettori sui diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie, ancora troppo spesso negati, dall’altra parte a riflettere sugli stigmi e i pregiudizi ancora diffusi sulla disabilità.

La Disability Card in Italia è finalmente realtà

La Disability Card in Italia è finalmente realtà

Si è svolta stamattina nella sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri la conferenza stampa di presentazione della Disability Card, la tessera unica che permetterà un più facile accesso alle persone con disabilità ai servizi e la riduzione della burocrazia, in regime di reciprocità con gli altri Paesi della UE, contribuendo così alla loro piena inclusione nella vita sociale delle comunità.

Verso il 3 Dicembre: una serie di appuntamenti FISH

Verso il 3 Dicembre: una serie di appuntamenti FISH

Cominciano oggi una serie di iniziative e panel di discussione con cui la FISH si prepara a partecipare alla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità (3 dicembre) e alla IV Conferenza Nazionale sulla Disabilità, che si terrà a Roma il 13 dicembre.

25 Novembre. Anche la FISH sarà nelle piazze contro la violenza sulle donne

25 Novembre. Anche la FISH sarà nelle piazze contro la violenza sulle donne

Nella giornata istituita dall’Assemblea delle Nazioni Unite come ricorrenza internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la FISH denuncia che «essere donna e con disabilità determina due dinamiche di esclusione, provocando un effetto moltiplicatore sulle disuguaglianze, rendendo la donna con disabilità più discriminata delle altre».