Le politiche future
per la disabilità

Scarica il documento di appello alle diverse forze politiche:
Notizie

Ultime notizie sulle elezioni 2022

La FISH si attende ora dalle nuove Istituzioni risposte urgenti e fatti concreti

La FISH incontra le forze politiche, per chiedere impegni precisi

23 settembre 2022

Programma del governo

Nel suo programma elettorale questo partito dedica una specifica sezione alle persone diversamente abili e agli anziani, i cui punti sono:

  • 1000€ al mese di pensione alle mamme per 13 mensilità.
  • 1000€ al mese di pensione alle nonne per 13 mensilità.
  • Aumento pensioni minime a 1000 € al mese per 13 mensilità.
  • Aumento pensioni invalidità a 1000 € al mese per 13 mensilità.
  • Programma di odontoiatria sociale per gli anziani che non possono permetterselo.
  • Rafforzamento delle tutele per i caregiver.
  • Agevolazioni per l’accesso alle RSA.
  • Istituzione del Ministero della terza età e del Garante dei diritti per la terza età.
  • Dalla parte dei disabili per bandire la segregazione, combattere l’abbandono, dare concretezza all’uguaglianza delle opportunità e all’inclusione sociale e sostenere i Comuni nell’abbattimento delle barriere architettoniche.
  • Estensione della possibilità di svolgere la propria attività in lavoro agile per i soggetti fragili e le persone con disabilità.

 

In altre parti del programma sono presenti altri obiettivi che  vanno a toccare la vita delle persone disabili in modo diretto. Ecco quali:

  • Inclusione scolastica per gli alunni e le alunne con disabilità.
  • Istituzione di apposite classi di concorso per il sostegno didattico in tutti i gradi del sistema di istruzione.
  • Tutela del diritto di istruzione per alunni sordi o ipoacusici (per esempio attraverso l’istallazione di un sistema di microfonia wireless).
  • Riforme per la riduzione dei costi delle prestazioni specialistiche.
  • Facilitazione ed estensione degli orari di accesso alle prestazioni specialistiche, ambulatoriali, di ricovero e domiciliari soprattutto con riferimento a patologie croniche, medicina di genere. malattie del neurosviluppo infantile e patologie neurodegenerative e senili.
  • Migliorare ulteriormente l’Assegno Unico per le persone con disabilità e le famiglie con figli disabili rivedendo il peso della prima casa nel calcolo dell’ISEE.
  • Aumento dei docenti di ruolo di sostegno per affiancare nel percorso scolastico alunni e alunne con disabilità.
  • Istituzione di fondi per abbattere barriere architettoniche e sensoriali in scuole e impianti sportivi e sostenere l’acquisto di ausili da destinare a persone con disabilità, in particolare giovani, per avviarle alla pratica sportiva.
  • Garantire dignità e autodeterminazione della persona con una nuova legge in linea con le indicazioni della Corte Costituzionale sul Fine Vita.

Nel loro programma il MOVIMENTO 5 STELLE dedica cinque punti alle persone con disabilità:

  • Incremento delle pensioni di invalidità.
  • Potenziamento degli strumenti per i percorsi di Vita Indipendente.
  • Attuazione della legge delega.
  • Definizione e potenziamento delle tutele per i caregiver.
  • Silver cohousing e social bonus per creare condizioni di vita migliori per gli anziani

Ecco i punti che la Lega dedica alle persone con disabilità all’interno del suo programma elettorale:

  • Adozione di un sistema univoco nazionale di classificazione e valutazione multidimensionale dei bisogni delle persone assistite, coerente per i diversi livelli assistenziali residenziali, semi-residenziali e domiciliari
  • Rimozione di barriere architettoniche nelle scuole, nelle università e negli spazi accademici
  • Servizi adeguati al fine di permettere agli studenti disabili il percorso degli studi universitari
  • Misure di sostegno al servizio di trasporto da e per tutte le università
  • Garantire in tutti gli atenei servizi di orientamento, tutoraggio e traduzione LIS
  • Grazie all’utilizzo della realtà aumentata e di altre tecnologie abilitanti si renderanno fruibili pienamente i luoghi di cultura alle persone con disabilità motoria e cognitiva
  • Riforma ISEE attraverso del quoziente familiare ovvero il criterio per cui i carichi impositivi e tariffari per le famiglie sono ripartiti non solo in senso verticale ( classi di reddito), ma pure in senso orizzontale( tra nuclei famigliari con più figli o soggetti, anche anziani, in condizioni di disabilità e altri meno gravosi dal punto di vista di struttura dei bisogni)
  • Maggiori risorse economiche e umane per le famiglie con figli disabili
  • Misure economiche e fiscali che siano di sostegno ai caregiver
  • Promuovere l’educazione digitale e l’inclusione digitale di chi si trova in situazioni di divario digitale con attenzione ai benefici per le persone con disabilità.
  • Garantire che chi tra i docenti abbia maturato almeno tre anni di esperienza sul campo nell’ambito di assistenza agli alunni con disabilità possa accedere ai corsi di specializzazione necessaria al ruolo di docente di sostegno
  • Incentivare percorsi connessi al Dopo di Noi
  • Linee Guida per pensare ad una riforma dei Centri Diurni che devono inserirsi in modo integrato nella cornice dalla realizzazione dei progetti di vita
  • Percorsi di formazione lavoro mirati e strutturati tipicamente per la grave e gravissima disabilità od Autismo.
  • Piena attuazione della legge delega 227/2021
  • Aumento delle dotazioni del” FONDO DOPO DI NOI”
  • Inclusione alla formazione e al lavoro, attraverso revisione della legge 68.
  • l’istituzione di corsi di formazione specifici per i ragazzi con disabilità e autismo
  • Integrazione dei percorsi a partire dal sistema scolastico, sostegno, orientamento fino alla prosecuzione di percorsi di autonomia della persona
  • Adeguamento di tutte le pensioni di invalidità
  • Promuovere percorsi di mobilità ed accessibilità, garantendo l’accessibilità universale all’informazione, comunicazione, alla cultura e al turismo
  • Riconoscimento e sostegno al ruolo del caregiver
  • Potenziamento del Ministero per le persone con disabilità
  • Tutele in favore di tutti i lavoratori con disabilità grave, immunodepressi e fragili.
  • Potenziamento della rete di accoglienza ospedaliera per persone con grave o gravissima disabilità cognitiva od intellettiva.

Il programma di questo partito contiene diversi obiettivi  programmatici che riguardano la vita e i diritti delle persone con disabilità:

  • Sportelli di ascolto e tutorato alla pari per gli studenti con disabilità
  • Potenziamento di misure di diritto allo studio delle persone con disabilità e DSA. Aumento numerico degli insegnanti di sostegno e degli operatori educativi per l’autonomia e la comunicazione
  • Abbattimento delle barriere architettoniche presenti nei luoghi urbani pubblici  e privati, per garantire alle persone con disabilità una completa accessibilità e mobilità
  • Aumento progressivo e strutturale delle pensione di invalidità
  • Prevedere interventi nell’ambito dei trasporti che garantiscono ai cittadini con disabilità il diritto alla mobilità in modo pieno
  • Deducibilità del lavoro domestico degli infermieri
  • Incentivi all’assunzione di persone con disabilità
  • Contrasto al degrado e abbattimento delle barriere architettoniche e sensoriali che dequalificano e limitano l’offerta turistica.
  • Creazione di un sistema che vada a premiare le imprese che investono nell’accessibilità.
  • Accessibilità di tutti i trasporti, che devono essere efficienti e sicuri.
  • Maggiori tutele in favore dei lavoratori fragili, immunodepresse e con disabilità grave
  • Portare a compimento la regolamentazione della figura del caregiver, garantendo a coloro che ne hanno diritto il sostegno economico di cui necessitano.
  • Incremento e utilizzo del Fondo per la cura dei soggetti con disturbi dello spettro autistico

Nel loro programma elettorale congiunto questi due partiti dedicano diversi degli obiettivi che vogliono raggiungere, alle persone con disabilità.

  • Promuovere la realizzazione di un progetto terapeutico – riabilitativo personalizzato.
  • Promuovere l’abitare civile.
  • Contrastare la segregazione di cui le persone con disabilità sono spesso vittime.
  • Eliminare tutte le barriere fisiche, culturali o logistiche, che è possibile abbattere.
  • Favorire la realizzazione di programmi di vita indipendente.
  • Riconoscere la figura del caregiver ed istituire il Fondo per il sostegno del ruolo di cura ed assistenza.
  • Creazione e realizzazione di un piano shock per la piena accessibilità di servizi pubblici e edifici.
  • Nascita di “un incentivo disabilità” diretto ai negozianti che a causa delle caratteristiche fisiche delle proprie attività non sono obbligati ad abbattere le barriere architettoniche, vogliano apportare modifiche ai loro spazi volte a renderli usufruibili da parte delle persone con disabilità.
  • Stabilire” un ‘assegno per la vita indipendente e la non istituzionalizzazione”, svincolato dal FNA, unito all’indennità di accompagnamento e che serva per permettere alle persone con disabilità giovani e in condizioni di non-autosufficienza di essere indipendenti ed autonomi. L’uso dei fondi sarà stabilito con la collaborazione dei servizi sociali locali, basandosi sui desideri della persona con disabilità interessata. Sarà previsto un sistema di monitoraggio e rendicontazione. Responsabile dell’accertamento dei requisiti di accesso sarà l’INPS.
  • Garantire nel nostro ordinamento la permanenza del diritto al lavoro agile.
  • Ridurre la burocrazia con l’esenzione del rinnovo contrassegno disabili per l’invalidità stabilizzato e l’ottenimento automatico dei benefici fiscali auto.
  • Rimodulare attività SUAP e SUE unendole e digitalizzandole.

Seguici su Facebook e Twitter

FISH Onlus
FISH Onlus3 settimane fa
Il “Decreto Aiuti Bis”, approvato al Senato e ora all’esame della Camera, ha stabilito una proroga fino al 31 dicembre prossimo dello “smart working” (“lavoro agile”), per i cosiddetti “lavoratori fragili”, oltreché per i genitori di ragazzi e ragazze con meno di 14 anni, su forte...
FISH Onlus
FISH Onlus ha aggiornato il suo stato.3 settimane fa
In questi casi, generalmente significa che il proprietario ha condiviso il contenuto solo con un gruppo ristretto di persone, ha modificato chi può vederlo oppure lo ha eliminato.
FISH Onlus
FISH Onlus3 settimane fa
«Il Parlamento che uscirà dalle urne il prossimo 25 settembre sarà chiamato nei prossimi anni a prendere decisioni e mettere in atto politiche che avranno un forte impatto sul rispetto dei diritti delle persone con disabilità»: lo dicono dalla Federazione lombarda Ledha, per i diritti e la dignità delle persone con disabilità che per questo ha inviato una lettera aperta agli aspiranti Deputati e Senatori della propria Regione, raccomandando innanzitutto la lettura e l’analisi del documento-appello “Le politiche future per la disabilità. Un nuovo welfare per tutti. Diritti, inclusione sociale e pari opportunità”, redatto da FISH Onlus. Su Superando.it
#elezionipolitiche2022 #personecondisabilità
FISH Onlus
FISH Onlus3 settimane fa
Quello che si apre in questi giorni è un anno scolastico “nuovo” per gli alunni e le alunne con disabilità, segnato dall’entrata in vigore dei nuovi PEI (Piani Educativi Individualizzati), fissati dal Decreto Interministeriale 182/20. Ma allo stesso tempo è un anno segnato dai problemi di sempre, cronici, che gli alunni con disabilità e le loro famiglie conoscono bene: «siamo purtroppo certi che anche quest’anno i nostri alunni e alunne con disabilità non potranno iniziare l’anno scolastico come tutti e tutte, perché mancano i docenti di sostegno specializzati», afferma Vincenzo Falabella, presidente della Fish. Quelli non specializzati, che sono circa il 30% dei 180.000 insegnanti di sostegno nominati, Falabella lo definisce «uno spreco enorme di denaro pubblico».
FISH Onlus
FISH Onlus3 settimane fa
«Purtroppo siamo certi – scrive su Superando.it il presidente FISH Onlus Vincenzo Falabella – che anche quest’anno i nostri alunni e alunne con disabilità non potranno iniziare l’anno scolastico come tutti e tutte, a causa di vari problemi, tra cui una serie di questioni “croniche” tuttora irrisolte. Ma in ogni caso un messaggio di augurio va a tutti e tutte, per far sì che la sfida di un nuovo anno scolastico, che riguarda tutto il Paese, riparta al meglio. E perché questo succeda, c’è bisogno di coesione, serve collaborazione, solidarietà e lucidità da parte di tutti».
FISH Onlus
FISH Onlus3 settimane fa
Vincenzo Falabella ricorda a Il Fatto Quotidiano come “la disabilità sia un acceleratore di povertà’ per le famiglie che vi convivono” e l’attuale situazione “sta causando un ulteriore impoverimento“. #elezionipolitiche2022 #personecondisabilita

Contattaci per scoprire la nostra realtà

Skip to content