Cagliari

7 Maggio 2019

Maltrattamenti a disabili, una condanna

(ANSA) – CAGLIARI, 7 MAG – Quattro anni e mezzo di reclusione alla direttrice del centro Aias di Decimomannu, Sandra Murgia, per maltrattamenti nella forma omissiva, e assoluzione per il direttore amministrativo dell’associazione che assiste i disabili gravi, Vittorio Randazzo, perché il fatto non costruisce reato. È la sentenza pronunciata dal Tribunale di Cagliari nei […]

6 Settembre 2018

Sardegna, uccide i figli disabili e tenta il suicidio

Si è chiusa nella sua stanza con i figli disabili e li ha poi uccisi con un fucile da caccia. Dopo ha tentato di farla finita con la stessa arma da fuoco ed ora è in gravissimi condizioni. È successo a Mandas, circa 40 chilometri da Cagliari. Le vittime sono Paolo e Claudio Calledda, gemelli […]

6 Dicembre 2017

Maltrattamenti ai disabili nel centro Aias di Decimomannu, tre condanne

CAGLIARI. Tre imputati sono stati condannati, altri sette invece hanno patteggiato pene da un minimo di 2 anni e 8 mesi a un massimo di 3 anni. Si è chiuso così davanti alla Gup del tribunale di Cagliari Gabriella Muscas il processo in abbreviato per i maltrattamenti ai pazienti ospiti dell’Aias di Decimomannu, l’associazione che […]

15 Febbraio 2016

Botte e abusi, inferno in un centro per disabili nel Cagliaritano

Cagliari – Sono accusati di maltrattamenti, percosse e lesioni personali nei confronti di 36 pazienti con gravi forme di disabilità 14 operatori del Cagliaritano ai quali stamane i carabinieri hanno notificato altrettante misure cautelari di sospensione dell’esercizio del pubblico servizio. In tutto gli indagati sono 16. Nella casa di cura Aias (Associazione, italiana assistenza spastici, […]

Violenze su pazienti disabili «Trattati come in un lager»

Sospensione dal pubblico servizio per sei mesi per 14 operatori sanitari del centro di assistenza Aias di Decimomannu, in provincia di Cagliari. «I pazienti erano trattati come in un lager». Maltrattamenti, percosse, umiliazioni in modo «continuo e sistematico», lesioni personali, omissione di referto nei confronti di 36 ospiti affetti da gravi problemi psichici e alcuni […]

18 Gennaio 2016

Matti da s-legare, oggi come allora

“Una persona legata è offesa nella dignità, negata nella soggettività e nel diritto. Inerme, abbandonata e privata di qualsiasi difesa, perde la possibilità di contrattazione, di resistenza. Violata e mortificata, è ridotta a corpo domato”. Così scrive Giovanna Del Giudice, psichiatra e presidente della Conferenza permanente Franco Basaglia per la salute mentale nel mondo, nel […]

5 Maggio 2015

“E tu slegalo subito”: presentazione del libro di Giovanna Del Giudice

L’8 maggio a Cagliari sarà presentato il nuovo libro di Giovanna Del Giudice, psichiatra dell’équipe di Franco Basaglia a Trieste: “…e tu slegalo subito. Sulla contenzione in psichiatria”. L’incontro, che si terrà presso la sala convegni dell’Hotel Regina Margherita, è organizzato da l’Asarp, associazione sarda per l’attuazione della riforma psichiatrica insieme alla Fondazione Franca e […]

15 Ottobre 2014

Paziente deceduto, assolti in Cassazione i due psichiatri

CAGLIARI. Gli psichiatri Giampaolo Turri e Maria Rosaria Cantone escono definitamente assolti dall’accusa di aver provocato la morte dell’ambulante Giuseppe Casu, legato a un letto dell’ospedale Santissima Trinità e deceduto dopo sette giorni di terapia a base di sedativi. La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso della Procura generale di Cagliari contro la sentenza […]

28 Marzo 2014

Legato, sedato e infine ucciso. L’assurda morte di Giuseppe Casu per trattamento sanitario obbligatorio

Si chiamava Giuseppe Casu. Faceva l’ambulante. Ed è morto dopo essere rimasto per sette giorni legato a un letto d’ospedale. I medici che lo hanno tenuto in queste condizioni sono stati assolti, anche in secondo grado. Ora però i giudici della corte d’appello di Cagliari hanno chiarito le motivazioni della sentenza. Di una assoluzione che, […]

18 Luglio 2012

Morto a Psichiatria: assolti i medici

CAGLIARI. L’ambulante quartese Giuseppe Casu è morto il 22 giugno 2006 nel reparto di psichiatria dell’ospedale Santissima Trinità dopo che i responsabili del servizio l’avevano tenuto sette giorni sedato con i farmaci e legato saldamente a un letto, ma la sua fine – avvenuta a sessant’anni di età, nessuna patologia precedente – non ha un […]