Rovigo. Disabili maltrattati. Possibile il licenziamento degli operatori

17 Agosto 2019

Operatori infedeli già sospesi
Dopo la sospensione potrebbe arrivare il licenziamento. Non si placano le polemiche a Rovigo dopo che nei giorni scorsi la Polizia ha smascherato 9 dipendenti dell’Iras, un istituto assistenziale che si occupa di anziani. Le indagini hanno evidenziato come i nove, sette operatori sanitari, un’inserviente e un addetto alle pulizie, picchiassero, umiliassero, e minacciassero alcuni ospiti della struttura. I pazienti inermi e malati, sarebbero stati vessati continuamente.

Parenti delle vittime infuriati
La direzione della struttura sta valutando la possibilità di licenziare i dipendenti violenti e di costituirsi parte civile al processo. Furibondi i familiari degli anziani che ricordano di aver segnalato già in passato alcuni comportamenti eccessivi da parte di alcuni operatori. A far scattare le indagini, la denuncia di una tirocinante che per un breve periodo aveva lavorato nella struttura assistenziale.

Istituita una commissione regionale
Intanto l’assessore alla sanità Manuela Lanzarin ha istituito una Commissione regionale per verificare quanto accaduto nell’istituto. “Nel rispetto della piena autonomia degli organi inquirenti – ha dichiarato l’assessore Lanzarin – la Regione ha la responsabilità di sottoporre a verifica il sistema, nonché di individuare eventuali falle o deficit organizzativi. Tutto questo per evitare che si ripropongano situazioni simili”.

Sorgente: Rovigo. Disabili maltrattati. Possibile il licenziamento degli operatori – Cronaca – TGR Veneto

© Riproduzione riservata

Categoria: Abusi e Violenze, Iniziative
Tag: , ,