Cerca di annegare il figlio disabile nel lago di Viverone

4 Settembre 2016

Si è gettato nelle acque del lago di Viverone con il figlio, disabile mentale di 52 anni. La sua idea, probabilmente, era di farla finita e di uccidere anche il figlio, poiché con l’avanzare dell’età e l’aggravarsi di una malattia, temeva di non poterlo più assistere in modo adeguato.

Così questa mattina l’uomo, un pensionato di 76 anni residente a Bollengo, è uscito di casa con il figlio diretto a Viverone: arrivato sul lago, si è gettato in acqua, trascinando anche il figlio e cerando di tenergli la testa sott’acqua.

La scena, però, è stata notata da un passante che, spaventato da quanto stava accadendo, è intervenuto riportando a riva padre e figlio. Nello sforzo l’uomo è stato a sua volta colto da un malore. Padre, figlio e soccorritore, dopo l’intervento del personale medico, sono stati ricoverati all’ospedale a Ivrea: i carabinieri stanno indagando sull’episodio, valutando la posizione del pensionato.

Sorgente: Cerca di annegare il figlio disabile nel lago di Viverone – Il blog giornale del vercellese

© Riproduzione riservata

Categoria: Suicidi/Omicidi
Tag: