Politiche

Pensioni e limiti reddituali: Proposta di Legge

Pensioni e limiti reddituali: Proposta di Legge

La Sentenza n. 4677/2011 della Corte di Cassazione ha affermato che il limite reddituale per la concessione di pensioni ed assegni agli invalidi civili non è quello personale ma anche quello del coniuge. La FISH si è attivata presso i Gruppi parlamentari proponendo la presentazione di una Proposta di Legge che definisca l’interpretazione autentica del concetto di limite reddituale: si faccia riferimento al solo reddito personale del disabile! La Proposta è stata presentata alla Camera il 24 marzo.

Una sentenza pericolosa: pensioni a rischio

Una sentenza pericolosa: pensioni a rischio

La recente Sentenza n. 4677 della Corte di Cassazione afferma che il limite reddituale da tenere in considerazione per la concessione della pensione agli invalidi totali non è solo quello personale, ma anche quello del coniuge. Il pronunciamento apre nuovi inquietanti scenari per migliaia di persone con disabilità. La FISH vuole agire subito e chiede che il Parlamento approvi celermente una interpretazione autentica delle norme originarie.

Legge 68 e quote di riserva: approvazione definitiva

Legge 68 e quote di riserva: approvazione definitiva

È stata approvata definitivamente la Proposta di Legge che fornisce un’interpretazione autentica alla Legge n. 407/1998 e alle modifiche intervenute soprattutto nel 2010: le assunzioni obbligatorie per chiamata diretta dei familiari di vittime di atti di terrorismo non possono superare e occupare la quota di riserva spettante ai lavoratori disoccupati invalidi. Si tratta di un risultato importante poiché erano a rischio migliaia di assunzioni di persone disabili.

Non discriminare costa troppo!

Non discriminare costa troppo!

L’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali in pochi anni si è distinto per iniziative a favore dell’inclusione sociale ma anche per ferme condanne di iniziative politiche discriminanti. Con la scusa della spesa eccessiva, in sede di discussione del Decreto Milleproroghe la Lega Nord ne ha chiesto la soppressione. Si tratta di una aggressione inaccettabile che fa temere per le sorti dei diritti civili in Italia.

Legge 68 e quote di riserva: primo sì alla Camera

Legge 68 e quote di riserva: primo sì alla Camera

È stata approvata dalla Camera la Proposta di Legge che fornisce un’interpretazione autentica alla Legge n. 407/1998 e alle modifiche intervenute soprattutto nel 2010 per ribadire che le assunzioni obbligatorie per chiamata diretta dei familiari di vittime di atti di terrorismo non possono superare e occupare la quota di riserva spettante ai lavoratori disoccupati invalidi. Si passa ora all’esame del Senato per l’approvazione definitiva che la FISH si augura rapida e senza ostruzioni.

Controlli sui permessi lavorativi: scarso garantismo e nessuna efficacia

Controlli sui permessi lavorativi: scarso garantismo e nessuna efficacia

L’INPS ha diramato le indicazioni operative per l’applicazione delle disposizioni contenute nel Collegato Lavoro in materia di permessi ai lavoratori che assistono un familiare con grave disabilità. Entro il 31 marzo molti lavoratori dovranno fornire precisazioni circa la fruizione dei permessi. Un controllo dovuto e corretto, sembrerebbe, ma che comporterà notevoli disagi, tra cui la sospensione preventiva dei permessi, anche per chi fruisce correttamente di questi benefici.

A rischio migliaia di posti di lavoro per i disabili

A rischio migliaia di posti di lavoro per i disabili

Si profilano sempre più drammatiche le opportunità di lavoro per le persone con disabilità. Con un fumoso articolo, la Legge 126/10 ha disposto che le aziende con più di 50 dipendenti siano prioritariamente obbligate all’assunzione di orfani e di superstiti delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata. Tale priorità, che colma gli obblighi di assunzione, andrà a scapito della riserva prevista dalla Legge 68/1999 a favore delle persone con disabilità.

Legge di Stabilità e politiche sociali: errata corrige

Legge di Stabilità e politiche sociali: errata corrige

All’indomani dell’approvazione della Legge di Stabilità, moltissimi organi di informazione hanno erroneamente riportato che il Fondo Nazionale per le Politiche Sociali avrebbe goduto di un finanziamento aggiuntivo di 200 milioni di euro. Una notizia dalle gambe corte che è facilmente smentibile dalla lettura dei testi ufficiali approvati: la cifra finale che costituisce il Fondo per le Politiche Sociali è di 273,8 milioni per il 2011, 69 milioni per il 2012, 44 per il 2013. 435 milioni nel 2010, 273 milioni nel 2011: fanno 162 milioni. In meno.

Requiem per l’inclusione

Requiem per l’inclusione

Porta il beffardo nome di “Legge di stabilità 2011” il provvedimento del Governo all’esame della Camera in queste ore, che una volta approvato renderà definitivamente precarie le già critiche condizioni di vita di migliaia di persone con disabilità e delle loro famiglie. A seguito di questo provvedimento il Fondo Nazionale per le non autosufficienze verrà azzerato e drastiche riduzioni sono previste anche per il Fondo per le politiche sociali e per il Fondo nazionale per il diritto al lavoro dei disabili. Si ipotizzano inoltre significativi tagli dei fondi connessi allo strumento del 5 x mille.

Digitale terrestre: a rischio l’accessibilità

Digitale terrestre: a rischio l’accessibilità

FISH e FAND denunciano il rischio, per le persone con disabilità sensoriali, di rimanere tagliate fuori dalla programmazione su digitale terrestre del servizio pubblico. La RAI infatti potrebbe non essere nelle condizioni di garantire l’accessibilità dei nuovi canali. Le due federazioni delle persone con disabilità, qualora questa ipotesi venisse confermata, non escludono clamorose forme di protesta.

qpe64b - c44xfi - n6grjh - o1d7wb - gpsast - akvuaa - mpds6d - p0yakh