Politiche

Nuovo ISEE: milioni di agevolazioni a rischio

Nuovo ISEE: milioni di agevolazioni a rischio

Nei giorni scorsi la FISH aveva suonato un campanello d’allarme sulla revisione dell’ISEE prevista nella Manovra “salva-Italia”, chiedendo a Monti di stralciare l’articolo e di rimandare la discussione su questi temi ad un momento successivo che garantisse un maggiore approfondimento e confronto. L’articolo relativo all’ISEE è stato riformulato in modo ancora più stringente: peserà di più il patrimonio familiare e verranno computati anche gli introiti attualmente esenti da imposizione.

Livelli essenziali di assistenza: verso una svolta?

Livelli essenziali di assistenza: verso una svolta?

Il neo Ministro alla Salute, Renato Balduzzi, al suo primo intervento ufficiale al Senato formula alcune dichiarazioni che lasciano ben sperare su una revisione dei livelli essenziali di assistenza, cioè lo strumento che dovrebbe aggiornare l’elenco delle prestazioni sanitarie in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale: una revisione che si attende da anni e che è centrale nell’azione della FISH. Ma l’attenzione e l’attesa sono forti anche sul fronte dei LEA in ambito sociale (LIVEAS), e pure qui sembrano profilarsi nuovi scenari.

Monti consulta il Terzo Settore

Monti consulta il Terzo Settore

Nelle odierne consultazioni il Professor Monti ha voluto ascoltare anche il Forum del Terzo Settore cui la FISH attivamente aderisce. Il gesto ha raccolto l’apprezzamento soprattutto per l’attenzione riservata alle istanze presentate. È stata invocata una nuova attenzione al sociale ed una vera riforma del sistema del welfare italiano, rifuggendo dal testo del disegno di legge di delega fiscale e assistenziale attualmente all’esame della Camera: temi centrali questi anche nell’azione della FISH che, non a caso, ha condiviso con il Forum molte riflessioni ed iniziative.

La FISH al tavolo della cooperazione

La FISH al tavolo della cooperazione

Nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri alla Farnesina, il Ministro Franco Frattini ha annunciato la collaborazione ufficiale del Ministero degli Esteri con la Rete Italiana Disabilità e Sviluppo. La RIDS, cui aderisce anche la FISH, ha come obiettivo la valorizzazione di un patrimonio di esperienze e progetti che mettono al primo posto il rispetto dei diritti umani delle persone con disabilità come previsto dalla Convenzione ONU.

La Corte dei conti stronca la riforma assistenziale

La Corte dei conti stronca la riforma assistenziale

La Commissione Finanze della Camera ha chiesto un parere alla Corte dei conti sul disegno di legge delega di riforma fiscale e assistenziale, al vaglio in questi giorni. La Corte ha formalizzato il suo parere in una articolata delibera. Sorvolando sulla parte fiscale, sulla quale comunque vengono espresse pesanti critiche, ci soffermiamo su ciò che riguarda la delega assistenziale su cui la Corte sentenzia una sonora stroncatura.

Il tunnel della scuola: la Gelmini nasconde i dati

Il tunnel della scuola: la Gelmini nasconde i dati

Da oltre due anni il Ministero della Pubblica istruzione ha posto l’embargo su tutti i dati che riguardano i bambini e i ragazzi con disabilità presenti nelle scuole italiane: quanti sono, dove sono, quanti siano gli insegnanti di sostegno, come siano composte le classi, il numero di alunni per classe e il numero di disabili per classe. Da due anni regna il buio. Ora si attende una compiuta relazione da parte del Ministero in risposta ad una specifica interrogazione.

Sacconi smentisce l’INPS sui falsi invalidi

Sacconi smentisce l’INPS sui falsi invalidi

Per mesi una serrata propaganda, necessaria a distrarre dalle vere esigenze della spesa sociale, si è basata sull’affermazione che una pensione su quattro finisce ai falsi invalidi. A questa tesi si è adeguata persino la maggioranza dei deputati: il 21 luglio 4 mozioni su 5 approvate riprendevano pedissequamente le dichiarazioni di Mastrapasqua, presidente INPS, secondo il quale nel 2010 il 23% delle pensioni controllate sono state revocate. Ma ora arrivano, sottovoce, smentite ufficiali: il dato “uno su quattro” è clamorosamente falso.

Le Manovre tagliano l’assistenza

Le Manovre tagliano l’assistenza

Il Parlamento approva definitivamente la seconda Manovra che, assieme alla prima, comporta nell’immediato un taglio di servizi e prestazioni sociali normalmente erogati dagli enti locali. Ma in arrivo c’è di peggio: la riforma assistenziale che deve consentire un risparmio di 40 miliardi in tre anni. Almeno un terzo dei disabili gravi perderà entro un anno ogni tipo di assistenza, in particolare l’indennità di accompagnamento e gli eventuali assegni di cura.

Assistenza: la Commissione Bilancio conferma i tagli

Assistenza: la Commissione Bilancio conferma i tagli

Oltre 12.000 firme in tre giorni. Si alza sempre più forte un – per ora – inascoltato appello: l’assistenza non deve essere oggetto di compressioni di spesa. Eppure la Commissione Bilancio lascia inalterati i tagli (40 miliardi). Una manovra già bocciata dai mercati, rigettata dai Sindaci per i pesanti tagli ai trasferimenti agli enti locali, portatrice di fortissime tensioni nel mondo del lavoro, condannata persino dalla Chiesa per i molti aspetti di forte disequità, lontanissima dalle reali esigenze, istanze ed aspettative del nostro Paese.

Camera: approvate 5 mozioni sugli invalidi civili

Camera: approvate 5 mozioni sugli invalidi civili

Ieri la Camera ha approvato cinque mozioni su iniziative per l’incremento dei controlli relativi alle pensioni di invalidità. Alcune mozioni chiedevano l’intensificazione dei controlli, altre l’impegno a favorire convezioni fra INPS e ASL, altre una maggiore attenzione nei confronti dei “veri invalidi”. Perplessità ha suscitato la dichiarazione dell’Onorevole Bellotti, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali: il Governo – commenta la FISH – ora getta la maschera anche rispetto alla legge delega su fisco e assistenza.

qpe64b - c44xfi - n6grjh - o1d7wb - gpsast - akvuaa - mpds6d - p0yakh