Politiche

Fondi sociali: vigilanza massima!

Fondi sociali: vigilanza massima!

La Commissione Affari Sociali della Camera che sta esaminando il disegno di legge di Stabilità ha rifinanziato alcuni Fondi fra i quali quello per le Politiche Sociali e quello per la non autosufficienza. Una buona notizia, ma si temono “colpi di mano” in Commissione Bilancio e in aula. Questo è un motivo in più per essere in piazza il 31 ottobre prossimo con Cresce il welfare, cresce l’Italia.

Stabilità: il Fondo politiche sociali verrà reintegrato?

Stabilità: il Fondo politiche sociali verrà reintegrato?

La FISH è stata ascoltata dalla Commissione Bilancio della Camera che sta esaminando il testo del disegno di legge di Stabilità. Il relatore di maggioranza, Renato Brunetta, ha rassicurato circa l’integrazione del Fondo per le politiche sociali ridotto nel 2013 a 200 milioni di euro. La FISH vigilerà sull’iter parlamentare di questa rassicurazione. Si apre intanto un nuovo fronte sulla imminente approvazione delle nuove Tabelle di invalidità.

Legge di Stabilità: prima vittoria sul diritto allo studio

Legge di Stabilità: prima vittoria sul diritto allo studio

La FISH incassa un primo risultato! Sarà eliminato dal disegno di legge di Stabilità l’articolo che attribuisce all’INPS il compito di definire la diagnosi funzionale per l’assegnazione del docente di sostegno agli studenti disabili. Il provvedimento avrebbe prodotto complicazioni e disagi per le persone con disabilità rendendo più difficile l’esigibilità del diritto allo studio.

Italia: 23 euro l’anno per i disabili

Italia: 23 euro l’anno per i disabili

L’Italia si colloca molto al di sotto della media dei Paesi dell’Unione Europea nella graduatoria delle risorse destinate alla protezione sociale delle persone con disabilità. In Italia la spesa media pro-capite per i servizi ai disabili è di 23 euro l’anno. La media europea è cinque volte tanto. Non troviamo alcuna nuova risorsa aggiuntiva nemmeno nel disegno di legge di Stabilità, mentre nel Paese sale una disperata e sempre più diffusa protesta.

Legge di Stabilità: la FISH disapprova

Legge di Stabilità: la FISH disapprova

“Questo disegno di legge non ha certo il nostro plauso. Non basta certo averlo epurato da grottesche previsioni normative per renderlo rispondente alle reali necessità delle persone con disabilità”. La FISH esprime un giudizio ampiamente negativo sul testo ufficiale del disegno di Legge di Stabilità, confermando più che mai la mobilitazione del 31 ottobre.

La FISH contro la Legge di Stabilità

La FISH contro la Legge di Stabilità

“Leggeremo con cura e attenzione i testi ufficiali di ciò che il Consiglio dei Ministri ha approvato, ma le anticipazioni sulla Legge di Stabilità non ci sono affatto gradite”. Questo il primo commento a caldo di Pietro Barbieri, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap. È l’ennesimo colpo che viene assestato alle politiche sociali e ai diritti civili del nostro Paese. E intanto parte la mobilitazione per il 31 ottobre.

La FISH sul Decreto Balduzzi

La FISH sul Decreto Balduzzi

La FISH ritorna sul Decreto Balduzzi, all’esame della Camera, evidenziandone ulteriori rischi distorsivi che danneggerebbero in particolare le persone con disabilità croniche o degenerative che necessitano di farmaci insostituibili. Chiede di prevedere un oculato sistema di eccezioni, con una valutazione che coinvolga anche le associazioni dei Cittadini.

Decreto Balduzzi: la non autosufficienza grande assente

Decreto Balduzzi: la non autosufficienza grande assente

Il Governo approva il Decreto Balduzzi che punta ad un più elevato livello di tutela alla salute, ma che prevede anche misure di contenimento e riqualificazione della spesa. La FISH appunta una lacuna: non si interviene per contenere gli sprechi insiti nell’accertamento e nel controllo degli stati invalidanti. Ma grandi assenti sono anche gli interventi per la non autosufficienza e la disabilità ventilati in questi mesi da alcuni rappresentanti del Governo.

Appello a Governo e partiti: non cancellate UNAR!

Appello a Governo e partiti: non cancellate UNAR!

Numerose sigle dell’associazionismo italiano, tutte impegnate nell’affermazione dei diritti e della dignità delle persone e contro ogni violenza e discriminazione, hanno condiviso un percorso di crescita, conoscenza reciproca, condivisione di obiettivi che ha visto nell’attività svolta da UNAR, l’Ufficio nazionale contro le discriminazioni, un motore importante e un punto di riferimento. Ora le nuove disposizioni sulla revisione della spesa colpiscono drasticamente la presenza di UNAR.

Welfare: arrestato perché protesta contro i tagli

Welfare: arrestato perché protesta contro i tagli

Arrestato a Roma perché protestava contro i tagli al welfare. È la sorte toccata ieri a Claudio Tosi, uno dei responsabili del CSV del Lazio, accusato di resistenza a pubblico ufficiale a margine degli Stati generali del welfare. Claudio Tosi, non violento e pacifista, da anni collabora come volontario con le associazioni del territorio più impegnate nel sociale. La FISH esprime solidarietà all’arrestato e fortissima preoccupazione per il clima di profonda disattenzione verso le istanze di tanta parte del Paese.

qpe64b - c44xfi - n6grjh - o1d7wb - gpsast - akvuaa - mpds6d - p0yakh