Politiche

Decreto Balduzzi: la non autosufficienza grande assente

Decreto Balduzzi: la non autosufficienza grande assente

Il Governo approva il Decreto Balduzzi che punta ad un più elevato livello di tutela alla salute, ma che prevede anche misure di contenimento e riqualificazione della spesa. La FISH appunta una lacuna: non si interviene per contenere gli sprechi insiti nell’accertamento e nel controllo degli stati invalidanti. Ma grandi assenti sono anche gli interventi per la non autosufficienza e la disabilità ventilati in questi mesi da alcuni rappresentanti del Governo.

Appello a Governo e partiti: non cancellate UNAR!

Appello a Governo e partiti: non cancellate UNAR!

Numerose sigle dell’associazionismo italiano, tutte impegnate nell’affermazione dei diritti e della dignità delle persone e contro ogni violenza e discriminazione, hanno condiviso un percorso di crescita, conoscenza reciproca, condivisione di obiettivi che ha visto nell’attività svolta da UNAR, l’Ufficio nazionale contro le discriminazioni, un motore importante e un punto di riferimento. Ora le nuove disposizioni sulla revisione della spesa colpiscono drasticamente la presenza di UNAR.

Welfare: arrestato perché protesta contro i tagli

Welfare: arrestato perché protesta contro i tagli

Arrestato a Roma perché protestava contro i tagli al welfare. È la sorte toccata ieri a Claudio Tosi, uno dei responsabili del CSV del Lazio, accusato di resistenza a pubblico ufficiale a margine degli Stati generali del welfare. Claudio Tosi, non violento e pacifista, da anni collabora come volontario con le associazioni del territorio più impegnate nel sociale. La FISH esprime solidarietà all’arrestato e fortissima preoccupazione per il clima di profonda disattenzione verso le istanze di tanta parte del Paese.

Fornero: privatizzare la disabilità

Fornero: privatizzare la disabilità

“Non si può pensare che lo Stato sia in grado di fornire tutto in termini di trasferimenti e servizi’’. Lo ha dichiarato il Ministro del Lavoro Elsa Fornero. Parole che lasciano sconcertate le organizzazioni delle persone con disabilità, per la loro crudezza e per l’evocazione di una “cultura” che non si pensava potesse penetrare nel nostro Paese risalendo fino ai vertici di un Governo che si appella ad ogni piè sospinto all’equità. Rigettata anche l’ipotesi di garantire i servizi tramite polizze assicurative.

È scontro sull’ISEE

È scontro sull’ISEE

Oggi alcune testate presentano le ipotesi di riforma dell’indicatore della situazione economica che sarebbero emerse nel corso di incontri fra parti sociali e Ministero del Lavoro. Gli articolisti anticipano la prospettiva di applicazione dell’ISEE anche sulle pensioni e indennità per gli invalidi civili. Di fronte a tali indiscrezioni, la FISH ribadisce la propria contrarietà e si dichiara pronta ad azioni civili ma rigorose per contrastare questi inquietanti scenari.

IMU e persone con disabilità

IMU e persone con disabilità

In questi giorni si va diffondendo la contrarietà rispetto all’introduzione anticipata dell’IMU. L’IMU investirà tutte le famiglie italiane, ma per alcune di esse il danno sarà ancora maggiore. Sono quelle in cui è presente una persona con disabilità. Oltre alle conseguenze della profonda crisi che attraversa il Paese, quelle persone subiscono direttamente anche gli effetti dei tagli alla spesa sociale e del quotidiano costo della disabilità. La FISH esprime tutta la sua contrarietà e chiede profondi interventi correttivi.

Scomparsi migliaia di falsi invalidi

Scomparsi migliaia di falsi invalidi

Ciclicamente e strumentalmente ritorna il tormentone sui falsi invalidi, ora responsabili del dissesto economico del Paese, ora “cespite” dal quale attingere per rimpolpare la scheletrica ossatura delle politiche sociali. Questa volta è l’autorevole Corriere delle Sera, con articolo di Enrico Marro (15 febbraio 2012, pagina 13) ad ospitare acriticamente le veline dell’INPS e la predica […]

Nuovo ISEE: milioni di agevolazioni a rischio

Nuovo ISEE: milioni di agevolazioni a rischio

Nei giorni scorsi la FISH aveva suonato un campanello d’allarme sulla revisione dell’ISEE prevista nella Manovra “salva-Italia”, chiedendo a Monti di stralciare l’articolo e di rimandare la discussione su questi temi ad un momento successivo che garantisse un maggiore approfondimento e confronto. L’articolo relativo all’ISEE è stato riformulato in modo ancora più stringente: peserà di più il patrimonio familiare e verranno computati anche gli introiti attualmente esenti da imposizione.

Livelli essenziali di assistenza: verso una svolta?

Livelli essenziali di assistenza: verso una svolta?

Il neo Ministro alla Salute, Renato Balduzzi, al suo primo intervento ufficiale al Senato formula alcune dichiarazioni che lasciano ben sperare su una revisione dei livelli essenziali di assistenza, cioè lo strumento che dovrebbe aggiornare l’elenco delle prestazioni sanitarie in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale: una revisione che si attende da anni e che è centrale nell’azione della FISH. Ma l’attenzione e l’attesa sono forti anche sul fronte dei LEA in ambito sociale (LIVEAS), e pure qui sembrano profilarsi nuovi scenari.

Monti consulta il Terzo Settore

Monti consulta il Terzo Settore

Nelle odierne consultazioni il Professor Monti ha voluto ascoltare anche il Forum del Terzo Settore cui la FISH attivamente aderisce. Il gesto ha raccolto l’apprezzamento soprattutto per l’attenzione riservata alle istanze presentate. È stata invocata una nuova attenzione al sociale ed una vera riforma del sistema del welfare italiano, rifuggendo dal testo del disegno di legge di delega fiscale e assistenziale attualmente all’esame della Camera: temi centrali questi anche nell’azione della FISH che, non a caso, ha condiviso con il Forum molte riflessioni ed iniziative.

Pagina 11 di 15« Prima...910111213...Ultima »