Azioni

Scuola: forse a settembre qualcosa di nuovo

Scuola: forse a settembre qualcosa di nuovo

E’ positivo il bilancio di un recente incontro tra i rappresentanti di FISH e FAND, ed i massimi dirigenti del Ministero dell’Istruzione, da cui sono arrivate importanti rassicurazioni per il prossimo anno scolastico. A cominciare dalla garanzia di un più stretto rispetto del numero massimo, di venti alunni, nelle prime classi dove sono presenti alunni con disabilità. Rinnovato anche l’impegno per la formazione dei dirigenti scolastici e degli insegnanti sui temi dell’inclusione.

Maxiemendamento: un'altra vittoria!

Maxiemendamento: un’altra vittoria!

Una notizia positiva. Nel maxiemendamento alla Manovra correttiva su cui il Governo ha posto la fiducia, è opportunamente scomparso l’emendamento approvato in Commissione Bilancio del Senato che innalzava il numero degli alunni nelle classi in in cui sono presenti bambini disabili. Una vittoria per l’inclusione scolastica che, non a caso, arriva ad una settimana dalla poderosa manifestazione di FAND e FISH contro la Manovra.

Sul Maxiemendamento fiato sospeso per i bambini

Sul Maxiemendamento fiato sospeso per i bambini

Dopo il “pasticcio” combinato in Commissione Bilancio del Senato, tocca ora Governo porre rimedio al danno che l’emendamento sull’aumento del numero massimo dei bambini, nelle classi frequentate da alunni con disabilità, potrebbe arrecare alla qualità dell’istruzione. L’ultima speranza per l’inclusione scolastica, denunciano FISH e FAND, sta nella redazione del maxi-emendamento in via di presentazione.

Vittoria!

Vittoria!

Entrambi gli obiettivi della mobilitazione sono stati raggiunti: abrogato il nuovo limite per l’assegno agli invalidi parziali (resta il 74%) e scomparse tutte le ipotesi di restrizione dell’indennità di accompagnamento. Entusiasta la reazione dei partecipanti della Manifestazione convenuti a Piazza Monte Citorio, da tutta Italia. Un risultato storico di grande importanza per le persone con disabilità e per il movimento associativo che ha dimostrato maturità politica, tecnica e di comunicazione.

Confermata la Manifestazione del 7 luglio

Confermata la Manifestazione del 7 luglio

La Commissione Bilancio del Senato avrebbe cassato la disposizione della Manovra che prevedeva l’innalzamento della percentuale di invalidità, contro cui FISH e FAND hanno attivato un’impegnativa mobilitazione. Non è chiaro se verrebbero a decadere le restrizioni previste per la concessione dell’indennità di accompagnamento. In attesa delle conferme ufficiali, le Federazioni saranno comunque domani in piazza Monte Citorio.

A piazza Monte Citorio la protesta dei disabili

A piazza Monte Citorio la protesta dei disabili

Un interesse diffuso e partecipato sta accompagnando la vigilia della mobilitazione unitaria promossa da FISH e FAND per il 7 luglio. E’ un ulteriore segno di quanto possa essere sentito e dolente questo tema, per un davvero significativo numero di persone. Moltissime anche le adesioni arrivate dalle associazioni della società civile, che hanno espresso la loro adesione nei confronti degli obiettivi di questa iniziativa.

FISH e FAND verso la Manifestazione del 7 luglio

FISH e FAND verso la Manifestazione del 7 luglio

Prosegue la mobilitazione delle due Federazioni. Non è giunto infatti in queste ore dal Governo, e dalla Commissione Bilancio del Senato, alcun segnale positivo rispetto al ritiro dell’emendamento alla Manovra finanziaria correttiva che viene ad incidere duramente sui diritti delle persone con disabilità. Mentre le adesioni alla Manifestazione continuano ad aumentare, colpisce il silenzio ufficiale del Ministro Sacconi.

Per le associazioni un primo traguardo sulla Manovra

Per le associazioni un primo traguardo sulla Manovra

Continua la mobilitazione e la vigilanza civica di FISH e FAND, che tuttavia hanno sospeso la Manifestazione unitaria prevista per il 1 luglio. Il Presidente della Commissione Bilancio del Senato, Antonio Azzollini, ha infatti annunciato l’abrogazione del primo comma dell’articolo 10 del Decreto Legge 78/2010, che prevedeva l’innalzamento della percentuale di invalidità per accere all’assegno mensile destinato agli invalidi civili parziali.

La FISH aderisce alla protesta dell'ANCI

La FISH aderisce alla protesta dell’ANCI

L’Associazione Nazionale Comuni Italiani sarà in piazza il 23 giugno contro la drastica riduzione che si abbatterà sulla spesa sociale delle Regioni. A questa protesta parteciperà anche al FISH, contro quella che definisce la definitiva spallata ad adeguati finanziamenti per una politica dell’inclusione. E’ quindi questo l’ultimo capitolo di quello che si sta caratterizzando come un taglio costante dei finanziamenti alle politiche sociali.

Una mobilitazione unitaria contro la Manovra

Una mobilitazione unitaria contro la Manovra

Le organizzazioni della persone con disabilità scenderanno unite in piazza contro la Manovra correttiva. FISH e FAND, le due Federazioni che riuniscono le maggiori e più rappresentative associazioni italiane delle persone con disabilità e dei loro familiari, indicono per il 1 luglio una mobilitazione nazionale, per contestare il previsto innalzamento all’85% della soglia per poter accedere all’assegno di invalidità.

qpe64b - c44xfi - n6grjh - o1d7wb - gpsast - akvuaa - mpds6d - p0yakh