Azioni

Viaggiare in treno: le istanze FISH

Viaggiare in treno: le istanze FISH

Oggi viene inaugurata la Sala Blu presso la Stazione di Milano Centrale. All’evento è stata invitata anche la FISH, il che lascia presumere una rinnovata attenzione verso gli utenti con disabilità. La presenza dell’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane, Mauro Moretti, ha offerto l’opportunità alla Federazione di ribadire la necessità di un più stretto confronto tecnico ed organizzativo, ma soprattutto di presentare un articolato documento sul trasporto ferroviario.

FISH in audizione: delega assistenziale inemendabile

FISH in audizione: delega assistenziale inemendabile

“Il disegno di legge delega sulla riforma assistenziale è inemendabile nei contenuti, nella forma, nelle finalità e nei metodi”. Così ha dichiarato Pietro Barbieri, presidente FISH, a margine della audizione presso la Commissione Affari sociali della Camera. Agli atti è rimasto un corposo ma molto chiaro documento in cui la Federazione evidenzia le ricadute negative che il disegno di legge avrà sulle famiglie italiane, sulle persone con disabilità e sui diritti individuali.

Un disabile su tre perderà l’assistenza

Un disabile su tre perderà l’assistenza

Pesanti restrizioni agli enti locali, riforma taglia-assistenza in arrivo, fondi per il sociale vicini allo zero: le prospettive immediate e a breve termine sono inquietanti per le persone con disabilità. È nella consapevolezza della drammatica realtà che la FISH ha dichiarato, al termine di una intensa riunione, lo stato di mobilitazione. Manifestazioni e proteste eclatanti proseguiranno per tutta la discussione della legge delega, della legge di stabilità e della probabile terza manovra.

Tagli all’assistenza: azione dimostrativa della FISH

Tagli all’assistenza: azione dimostrativa della FISH

La FISH ha effettuato oggi una azione dimostrativa in Piazza del Popolo, a Roma, calando dal Pincio un enorme striscione per attirare l’attenzione sulle pesantissime conseguenze della Manovra ora in via di approvazione: con la prevista riforma assistenziale e fiscale, che punta a recuperare 40 miliardi di euro in tre anni, si assisterà ad una forte compressione della spesa sociale. Una prospettiva nefasta che interessa oltre 10 milioni di famiglie italiane.

Alitalia: un altro disabile rimane a terra

Alitalia: un altro disabile rimane a terra

Una persona con disabilità si presenta alla reception di Alitalia per essere imbarcato su un volo nazionale. Ha compilato la necessaria documentazione ma i responsabili della compagnia aerea la giudicano incompleta e rifiutano l’imbarco, in barba ad ogni ragionevolezza. All’esposto alla Polizia ed alla segnalazione all’ENAC seguirà una azione legale della FISH, a tutelare non il diritto di un singolo ma di tutte le persone con disabilità.

Manovra: gli emendamenti delle persone con disabilità

Manovra: gli emendamenti delle persone con disabilità

FISH e FAND fanno sentire ancora una volta la loro voce formalizzando pochi – ma determinati e chiari – emendamenti alla Manovra-bis all’esame del Parlamento. Le Federazioni chiedono un finanziamento specifico per il Fondo per le politiche sociali e la soppressione dei tagli aggiuntivi agli enti locali che sarebbero la causa della cancellazione di tanti servizi alle persone e alle famiglie. La riforma assistenziale la si faccia, ma certo non condizionata da vincoli di cassa.

Calderoli: prendere i soldi alle vedove e ai disabili

Calderoli: prendere i soldi alle vedove e ai disabili

Il Ministro Calderoli è uscito allo scoperto, rivelando i due nuovi bersagli per ”fare cassa”: le indennità di accompagnamento e le pensioni di reversibilità. Secondo Calderoli bisogna interessarsi alle “pensioni di chi non ha mai lavorato” e fissare un limite di reddito per chi percepisce l’indennità di accompagnamento. La FISH rifiuta entrambe queste sciagurate ipotesi chiamando a raccolta tutte le persone, le famiglie e le associazioni dell’impegno civile.

Manovra: trovare oggi le risorse per l’assistenza!

Manovra: trovare oggi le risorse per l’assistenza!

La FISH denuncia la disattenzione generale verso le politiche sociali. Non si rileva, in un momento di grave crisi, nessuna volontà di reperire e garantire fondi per i non autosufficienti, per le famiglie, per i nuclei a rischio di povertà, per l’inclusione sociale. Anzi, la volontà è di tagliare sulla spesa sociale. La FISH lancia un monito: le risorse per scongiurare la paventata riforma taglia-assistenza vanno trovate oggi, in seno alla Manovra-bis.

Una contromanovra per il sociale: le proposte della FISH

Una contromanovra per il sociale: le proposte della FISH

Scongiurare il default dei servizi sociali in Italia! Questo è l’obiettivo prioritario espresso dalla FISH nel proprio documento di controproposte ad una Manovra che rischia di causare molti (altri) danni alle politiche sociali nel nostro Paese. La FISH non si limita a rigettare alcune misure contenute nella Manovra, ma avanza anche proposte concrete per un recupero, equo e sostenibile, dei finanziamenti necessari al Paese.

FISH: una proposta per l’inclusione scolastica

FISH: una proposta per l’inclusione scolastica

In marzo venne presentato al Senato un Disegno di Legge che sollevò critiche poiché lasciava ipotizzare la privatizzazione del sostegno scolastico alle persone con disabilità. Nonostante le rassicurazioni del Governo, il 7 giugno scorso alla Camera è stato presentato un altro DdL pressoché identico. La FISH sta elaborando una propria proposta i cui cardini sono i principi di qualità, di competenza, di motivazione, di investimento nelle capacità professionali degli operatori scolastici.