La metodologia

Il progetto di ricerca è stato costruito su tre assi fondamentali:

  1. normativo, cercando di mettere in relazione i benefici e i servizi previsti dalla normativa italiana per le persone con disabilità con lo stato giuridico delle persone straniere;
  2. statistico - bibliografico, cercando di individuare le diverse fonti già oggi disponibili, per sistematizzare dati e informazioni sul fenomeno;
  3. biografico, tentando di raccogliere testimonianze dirette e indirette di migranti con disabilità, da cui ricavare informazioni qualitative sulle condizioni di vita e sulla percezione della propria situazione da parte dei diretti interessati, in particolare in cinque Regioni italiana (Calabria, Lazio, Lombardia, Sicilia, Umbria).

La ricerca ha inteso raggiungere alcuni macro-obiettivi.

  • Descrivere il fenomeno disabilità e migrazione in Italia e portarlo all’attenzione dei leader associativi, degli operatori del settore, delle istituzioni e dell’opinione pubblica.
  • Presentare in modo chiaro le normative di settore a livello europeo e nazionale, e gli eventuali interventi promossi a livello regionale e locale.
  • Presentare situazioni esemplari di disagio e discriminazione vissuti da persone straniere con disabilità in Italia e buone prassi di intervento promosse da istituzioni statali, enti locali, associazioni e altre realtà di terzo settore per la promozione dei diritti delle persone straniere con disabilità.
  • Offrire alle associazioni di persone con disabilità linee guida e strumenti operativi e di supporto per la rappresentanza e tutela dei diritti delle persone con disabilità.

Torna su