Happy Hand in Tour: per una nuova cultura sulla disabilità

Happy Hand in Tour - Giochi senza barriereUna grande società come Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), uno dei principali player in Italia nel settore immobiliare della grande distribuzione organizzata, con quotazione in borsa, che sviluppa e gestisce centri commerciali su tutto il territorio nazionale. Al suo fianco la FISH, la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap che raggruppa decine di Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie e il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), di cui fanno parte le tante Federazioni Italiane dello sport praticato dalle persone con disabilità. Insieme all’Associazione WTKG (Willy the King Group ), che da anni organizza la fortunata manifestazione bolognese Happy Hand e a COOP, sono i partner che lanciano in questi mesi il progetto Happy Hand in Tour.

In realtà la Società IGD ha già avviato nelle proprie strutture un percorso rivolto all’accessibilità ed è proprio proseguendo su questa linea di lavoro che intende muoversi anche Happy Hand in Tour, puntando a presentare la disabilità in modalità positiva, sintonizzandosi con la battaglia culturale che la FISH conduce ormai da più di vent’anni, basata innanzitutto sul principio che la disabilità non è dipendenza, né malattia, ma un fatto strettamente connesso all’ambiente, alla cultura e ai pregiudizi. Nelle giuste condizioni, infatti, le persone con disabilità studiano, lavorano, praticano uno o più sport, vanno in vacanza, conducono una vita sociale, formano una propria famiglia. Senza nemmeno mai dimenticare che la disabilità non è un evento eccezionale, riguardando milioni di persone e potendo interessare chiunque nel corso della propria vita.

Ma come trasmettere ai cittadini questa nuova cultura sulla disabilità? Utilizzando strumenti di grande impatto come lo sport, da una parte, l’espressione creativo-artistica, dall’altra, declinata sotto diversi aspetti, per coinvolgere ad esempio il vasto popolo dei visitatori-fruitori dei Centri Commerciali in occasioni di incontro a fianco di noti sportivi con e senza disabilità, ma anche consentendo loro di cimentarsi direttamente in discipline quali il sitting volley, il basket e il rugby in carrozzina, il tennis tavolo, le bocce, l’handbike (l’ormai celebre bicicletta mossa con la forza delle mani), il tennis, la scherma e il calcio balilla. Proponendo poi, su un altro versante, esibizioni musicali, rappresentazioni teatrali, mostre, laboratori creativi di fumetto, pittura, documenti in video e altro ancora.

Video di presentazione

Toscana – Livorno, 8-11 ottobre 2015

Il lungo ciclo di eventi, dunque, che proseguirà sino ai primi mesi del 2016, prenderà il via già nel prossimo fine settimana a Livorno e a Colleferro nei pressi di Roma, con un programma quanto mai ricco in entrambe le località, a partire dalla città toscana, dove le iniziative, che vedono il sostegno di UniCoop Tirreno e Sezione soci Coop Livorno, si protrarranno da giovedì 8 a domenica 11 ottobre, presso il Centro Commerciale Fonti del Corallo (Via Graziani, 6). Ad aprirle sarà un incontro d’eccezione, nel pomeriggio di giovedì 8, con una vera e propria “icona” del calcio labronico, quell’ Igor Protti che tuttora continua a mantenere forti legami con Livorno.

Sin dal primo giorno, poi, e fino alla conclusione delle iniziative, faranno sentire la propria presenza, con delle postazioni informative, organizzazioni come l’AVIS locale (Associazione Volontari Italiani del Sangue) e Afasia Livorno (Associazione Afasici Toscana), mentre Autismo Livorno sarà presente sabato 10.

Proprio sabato 10, poi, si vivrà un pomeriggio di grande sport e animazione, con una serie di eventi successivi, a partire dalla dimostrazione di scherma paralimpica con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Accademia della Scherma, per continuare con la presentazione dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Zenith, impegnata sul fronte delle attività in acqua insieme a persone con disabilità intellettiva, e con il sitting volley proposto da Roberto Marangone, istruttore della Federazione Italiana di Pallavolo, impegnato in questa disciplina praticata dagli atleti con disabilità.

Ma non solo: l’UICI di Livorno (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), infatti, organizzerà una dimostrazione con cani guida, mentre DanzaMania Cecina presenterà una dimostrazione di danza paralimpica.

Sabato pomeriggio sarà presente all’iniziativa Matteo Lanza, giocatore di basket nella Livorno di inizio anni ’90, che da anni collabora con l’organizzazione di Happy Hand.

Si chiuderà in bellezza domenica 11 con la lezione aperta di recitazione della Compagnia Major Von Frizius, gruppo pluripremiato formato da ottanta attori con e senza disabilità e con i cocktail e gli aperitivi preparati dalle persone del Parco del Mulino, sede dell’ AIPD di Livorno (Associazione Italiana Persone Down), senza dimenticare la presenza del disegnatore Pietro Vanessi, coautore del libro Disabill Kill. Sorridere nella disabilità: dalla A alla Z, che sarà a disposizione di bimbi e adulti, con le sue “creazioni sul posto”. Agli eventi, va segnalato in conclusione, parteciperà anche l’Ufficio delle Politiche sulla Disabilità della CGIL locale.

Lazio – Colleferro, 10-11 ottobre 2015

Presso il Centro Colleferro (Via Casilina Km 49), invece, le iniziative sono previste a partire dalla mattinata di sabato 10 ottobre, quando l’Associazione locale Crescendo Insieme – nata dall’idea di alcuni genitori di giovani con sindrome di Down, che ha promosso negli anni attività sportive, teatrali, laboratori di cucina, di scrittura creativa e di arti manuali – presenterà i lavori dei propri ragazzi. In un altro settore, poi, l’Associazione Sportiva Roma Calcio Balilla organizzerà una dimostrazione e un minitorneo dello sport per cui è nata. Nel pomeriggio, insieme a queste due Associazioni, vi saranno gli operatori della Cooperativa romana L’Albero delle Ciliegie, che progetta e realizza servizi rivolti alla prima infanzia, all’infanzia e all’adolescenza.

Presenti poi al Centro Colleferro anche domenica 11, Crescendo Insieme e Roma Calcio Balilla saranno affiancati, nel pomeriggio della giornata conclusiva, dai Disabilié, gruppo musicale di crescente notorietà, composto da operatori e utenti con disabilità intellettiva del SAISH (Servizio per l’Autonomia e l’Integrazione Sociale della Persona Disabile) del Comune di Roma, il cui leader, Stefano Onnis, presenterà successivamente al pubblico – alla presenza di Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH – l’atleta paralimpica Oxana Corso, già due volte medaglia d’argento nei 100 e 200 metri piani alle Paralimpiadi di Londra 2012.

Veneto – Conegliano, 7-8 novembre 2015

Tra le tappe previste, in Veneto, vi è quella di sabato 7 e domenica 8 novembre, presso il Centro Commerciale Conè (Via San Giuseppe, 25) di Conegliano (Treviso).

A curare le varie iniziative della due giorni è stata la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), in collaborazione con l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) e l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), organizzazioni tutte componenti vitali della FISH, che si occuperanno di intrattenere le persone all’interno del centro commerciale con laboratori e anche con un rinfresco, preparato, quest’ultimo, proprio dalle persone con disabilità, davanti agli occhi dei passanti.

Grazie poi al CIP, anche a Conegliano lo sport farà la parte del leone, con partite dimostrative di tennis tavolo e calcio balilla, per le quali saranno chiamati degli atleti professionisti, e le attività remiere organizzate dal Canoa Club di Mestre, tutti momenti accompagnati da un gruppo musicale di ragazzi con disabilità.

E ancora, le dimostrazioni di judo di sabato 7 e il wheelchair hockey (hockey su carrozzina elettronica) di domenica 8, con la squadra dei Treviso Bulls dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Polisportiva Terraglio e una rappresentativa della UILDM, che metteranno a disposizione alcune carrozzine elettroniche, per far provare a chi lo vorrà il brivido di questo gioco spettacolare. Senza dimenticare, infine, la presentazione del libro Vincenti. Quelli del rugby con le ruote. Storie di vita e di sport di Elena Barbini e Giorgio Sbrocco.

Da ultimo, ma non certo ultimo, per provare la sensazione di cosa significhi vivere seduto in una carrozzina elettronica o manuale, apprendendo sulla propria pelle le difficoltà legate alle barriere architettoniche, bimbi, ragazzi e adulti potranno effettuare un percorso in carrozzina, che presenterà diverse barriere e ostacoli, con il coordinamento di un gruppo di animazione.

Piemonte – Isola d’Asti, 7-8 novembre 2015

In Piemonte, nello stesso fine settimana, Happy Hand in Tour farà tappa al Centro Commerciale I Bricchi di Isola d’Asti (sabato 7 e domenica 8 novembre, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30), con un programma quanto mai interessante, caratterizzato da un vero e proprio “trionfo di sport”, ma anche da preziosi momenti di informazione e sensibilizzazione.

Grande, in tal senso, è stato l’impegno del Gruppo Sportivo Pegaso di Asti, società affiliata sia al CIP (Comitato Italiano Paralimpico) che al FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale), che proporrà iniziative “per tutti i gusti”, a partire dalla mattinata di sabato 7.

Si incomincerà infatti con una dimostrazione di atletica, aperta a persone con e senza disabilità, per continuare nel pomeriggio con una serie di incontri integrati di calcetto, anch’essi rivolti a persone con e senza disabilità. In contemporanea vi saranno sia una dimostrazione di danza e ballo, insieme a persone con disabilità intellettiva e motoria, sia una di tiro con l’arco, che avrà per protagoniste le persone con disabilità motoria e visiva. Sarà invece l’ANFFAS di Asti (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) a organizzare, nella mattinata di sabato 7, una dimostrazione di scherma, aperta a tutti.

Le ricche proposte di Pegaso proseguiranno domenica 8, rivolgendosi tutte a persone con e senza disabilità, a partire dalla boccia della mattinata – disciplina che è sostanzialmente una derivazione per persone con disabilità del gioco delle bocce – proseguendo, nel pomeriggio, con il basket integrato, il tennis tavolo e il pattinaggio a rotelle.

Tantissimo grande sport, quindi, ma non solo, come accennavamo in precedenza: grazie infatti alla presenza in entrambe le giornate di un punto informativo coordinato dalla FISH, cui parteciperanno il CIP Piemonte (Comitato Italiano Paralimpico), la citata ANFFAS di Asti, la Sezione locale dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), l’Associazione astigiana Arcobaleno e l’Associazione Consequor per la Vita Indipendente, i presenti potranno accedere al materiale informativo che verrà distribuito per l’occasione, consentendo di proseguire sul percorso con cui Happy Hand in Tour vuole diffondere nel modo più ampio possibile la nuova cultura sulla disabilità.

E a far da cornice al tutto, l’animazione e la musica, in particolare domenica 8, grazie alla presenza di due nomi noti del settore, come il DJ Giuseppe Soverino e l’animatore Pierluigi Berta.

Emilia Romagna – Rimini, 14-15 novembre 2015

Sabato 14 e domenica 15 novembre l’iniziativa si sposta in Emilia Romagna, presso il Centro Commerciale Malatesta di Rimini, con un programma quanto mai interessante, all’insegna dello sport, con ospiti d’eccezione, la partecipazione delle Istituzioni e delle scuole e momenti di informazione e sensibilizzazione. Alla manifestazione, infatti, patrocinata dal Comune di Rimini, sono state invitate tutte le scuole municipali, le Associazioni di volontariato e quelle sportive, insieme al sindaco della città Andrea Gnassi, l’assessore comunale ai Servizi Sociali Gloria Lisi e quello allo Sport Gianluca Brasini. Il tutto reso possibile grazie al grande impegno di una serie di organizzazioni, l’ente di promozione sportiva PSG Rimini (Polisportive Giovanili Salesiane), le Associazioni Sportive Dilettantistiche Sportinmente e Baraonda, la Rimini Archery School e gli Arcieri Città di Rimini, la squadra di basket in carrozzina del Gruppo Atletica Imola SACMI AVIS, la CRABS Rimini, compagine del Campionato Nazionale di Serie B di basket e la Sezione Provinciale di Rimini dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla).

Saranno presenti inoltre anche i referenti del Progetto Emporio Solidale e nuovi servizi per le famiglie in difficoltà, sostenuto da Volontarimini.

Si incomincerà dunque sabato 14 (ore 10-11), con il sitting volley, il basket in carrozzina e il tiro con l’arco, insieme alle scuole della Provincia. Successivamente, il cattolichino Emanuele “Meme” Pagnini, campione mondiale paralimpico di sci nautico e di sport invernali, incontrerà i presenti, tra interviste e filmati.

Nel pomeriggio (ore 15-17), ancora sitting volley, con l’iniziativa denominata Tutti giù per terra, proposta dall’Associazione Sportinmente e dalle PGS Rimini, ma anche (ore 16-18), attività di ABC motorio e psicomotricità, rivolte ai più piccoli, a cura di Sportinmente, che porterà al Centro Malatesta il suo gruppo Invictus, composto da bambini con difficoltà motorie e cognitivo-relazionali.

E ancora (ore 17-18), un percorso accidentato con la carrozzina, in collaborazione con il Delegato INAIL-CIP, per comprendere il disagio di chi con difficoltà si muove per le strade in sedia a rotelle, fino alla grande iniziativa centrata sul basket in carrozzina, con alcuni giocatori della squadra SACMI AVIS, ma anche la presenza dei giocatori del CRABS Rimini e di Giacomo Forcione, giovane stella della Nazionale di Basket in Carrozzina. Per l’occasione verrà organizzata una gara di tiro a canestro durante la quale verranno messi in palio cento biglietti della partita della CRABS Rimini di domenica 15.

Si proseguirà poi nel pomeriggio di domenica 15, con un altro evento di sitting volley, sempre con Sportinmente e le PSG Rimini (ore 15-17), per concludere dando spazio al tiro con l’arco, sia in carrozzina che da seduti (ore 17-19).

Da segnalare infine che durante tutta la manifestazione verranno proiettati video di discipline paralimpiche e che saranno allestiti degli stand di alcune Associazioni del territorio, impegnate sul fronte della disabilità, oltre a un punto informazioni curato dal CIP e dalla FISH.

Lombardia – Crema, 21-22 novembre 2015

Happy Hand in Tour sarà in Lombardia nei pomeriggi di sabato 21 e domenica 22 novembre (ore 15-18), presso il Centro Commerciale Gran Rondò, in Via La Pira a Crema (Cremona), punto di riferimento per lo shopping nel territorio cremasco.

Come già nelle altre Regioni, anche qui il programma sarà quanto mai interessante, all’insegna dello sport, ma anche dell’informazione e della sensibilizzazione.

Innanzitutto è previsto per entrambe le giornate l’allestimento di un simulatore di vela (Area 2, Piazza Bandirali), con una barca accessibile alle persone con disabilità, a cura dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Vela Crema, affiancato, sabato 21, anche da alcuni remoergometri, con possibilità di prova per tutti, forniti dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Canottieri Flora.

Vi sarà inoltre un campo gonfiabile da calcio (Area 1, Piazza OVS), offerto dallo stesso Centro Gran Rondò e gestito dall’ANFFAS di Crema (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale).

Mentre poi sabato 21 sarà aperto dalle dimostrazioni di sitting volley, a cura del Gruppo Volley 2.0 di Crema e di badminton, a cura di Badminton Crema-Associazione Sportiva Dilettantistica Pacioli – discipline che tutti potranno provare, persone con e senza disabilità – sarà il CIP Lombardia, domenica 22, a promuovere il tennis tavolo, lo showdown (disciplina affine al tennis tavolo, ma praticata da persone con disabilità visiva) e il calcio balilla accessibile alle persone in carrozzina, quest’ultimo in collaborazione con l’UNITALSI Lombardia (tutte attività in programma all’Area 1, Piazza OVS)

Chiusura in allegria, infine, in entrambe le giornate con la merenda offerta ai partecipanti dall’ANFFAS di Crema, a base di pane e confetture Strabilia di propria produzione.

Da segnalare in conclusione che oltre alle varie componenti già citate, a rendere possibile l’evento è stata anche la collaborazione con COOP Lombardia e che sia sabato 21 (ore 11-18), che domenica 22 (ore 15-18) l’ANFFAS di Crema, il CIP Cremona, Volley 2.0 e Vela Crema affiancheranno la FISH, nel curare momenti di informazione e sensibilizzazione sulla disabilità e sullo sport paralimpico, anche con la proiezione di immagini e video dedicati a quest’ultimo.

Lazio – Guidonia Montecelio, 28-29 novembre 2015

Happy Hand in Tour torna nel Lazio sabato 28 e domenica 29 novembre al Centro Commerciale Tiburtino (SS 5 – Via Tiburtina Km 20 – Uscita 13 GRA – Uscita Settecamini A24 Guidonia Montecelio – RM) di Guidonia Montecelio, tra sport, teatro, musica, sensibilizzazione e altro ancora.

Per quanto riguarda lo sport, le proposte saranno davvero “per tutti i gusti”, persone con disabilità e non, a partire da quello praticato, con le dimostrazioni di sabato 28, basate sul calcio balilla, sia in mattinata che nel pomeriggio, a cura dell’Associazione Roma Calcio Balilla, già apprezzata nella precedente tappa di Happy Hand in Tour a Colleferro, sul tennis e il karate nel pomeriggio, rispettivamente con l’Associazione WTR (Wheelchair Tennis Roma) da una parte, l’AWKSI (Associazione Wado-Kai Karate Do Shin Gi Tai Italia), insieme al Gruppo ASL Roma E, dall’altra.

E ancora, domenica 29, di nuovo calcio balilla e anche tennis tavolo (entrambe le discipline sia in mattinata che nel pomeriggio), quest’ultimo a cura dell’Associazione L’Isola che non c’era ONLUS.

Quando poi non sarà sport praticato, sarà grande informazione e visibilità, anche con il sussidio di immagini e filmati, sia sulla vela (sabato 28, con la Scuola Vela Sabaudia) che sul kart (sabato 28 e domenica 29, con l’Associazione Experience) e sull’handbike (sabato 28 e domenica 29, con l’AP, ovvero l’Associazione Paraplegici di Roma e del Lazio).

Due momenti molto speciali saranno poi quelli dedicati ad altrettante rappresentazioni, che entusiasmeranno e coinvolgeranno i presenti. Nel pomeriggio di sabato 28, infatti, a farla da protagonista con ben due messe in scena (ore 16-16.40 e 18.30-19.30), sarà l’Associazione Culturale ItinerArte, una delle promotrici del Progetto Spacca, mediante il quale i professionisti e gli allievi dei corsi di teatro, fotografia, scrittura creativa e fumetto da essa stessa promossi, si impegnano per chiedere l’abolizione di ogni ostacolo che limiti il normale svolgersi della vita di una persona sulla sedia a rotelle. In tale contesto, tra l’altro si colloca la realizzazione del Signore a Rotelle, spettacolo-evento tratto dal libro autobiografico Troppe scale! di Attilio Spaccarelli, figlio dell’attrice Lianella Carell, protagonista di Ladri di biciclette di Vittorio De Sica, che da decenni convive con la sclerosi multipla.

Domenica 28, invece, sarà la volta dei Fuori Contesto, altra nota Associazione Culturale romana, che presenterà una performance di danceability (ore 16.30-17.30), la tecnica di danza proveniente dagli Stati Uniti, praticata insieme da persone con disabilità e non, che permette di vivere esperienze di reciproca uguaglianza, in un dialogo fisico che mette in gioco tutti i sensi.

Infine, la grande musica dei Disabilié, gruppo di crescente popolarità, “fresco” del suo primo album (Canti di lavoro e d’amore precario), composto da operatori e utenti con disabilità intellettiva del SAISH (Servizio per l’Autonomia e l’Integrazione Sociale della Persona Disabile) del Comune di Roma, nato da un progetto all’interno dell’Associazione Come un Albero/Casa Museo dello Sguardo sulla Disabilità.

Ma non è tutto: particolarmente spettacolari, infatti, si presentano le proposte di sabato 28 e domenica 29 dell’Associazione Speleologica Monte Fascia e dell’Associazione Soccorso 2000, attive già da tempo, in varie Regioni italiane, nel Progetto Diversamente Speleo, voluto per accompagnare giovani e meno giovani con disabilità a scoprire, in piena sicurezza, le meraviglie del sottosuolo.

Ebbene, per far capire a tutti di cosa si tratti esattamente, il Centro Tiburtino ospiterà addirittura un vero e proprio tunnel, allestito per l’occasione, insieme a una mostra fotografica e ad altre belle sorprese.

Senza dimenticare, per concludere, la preziosa presenza – come già a Happy Hand in Tour a Livorno – del disegnatore Pietro Vanessi, coautore del libro Disabill Kill. Sorridere nella disabilità: dalla A alla Z, che nel pomeriggio di domenica 29 sarà a disposizione di bimbi e adulti, con le sue “creazioni sul posto”.

E naturalmente, in entrambe le giornate la FISH sarà presente con una propria postazione, ove la distribuzione di palloncini si alternerà a quella di un ricco materiale informativo, riguardante le proprie attività più che ventennali e il mondo della disabilità.

Campania – Afragola, 28-29 novembre 2015

Sabato 28 e domenica 29 novembre Happy Hand in Tour sarà anche in Campania, al Centro Commerciale Le Porte di Napoli (Via Santa Maria La Nova, 1) di Afragola, con un programma quanto mai interessante, caratterizzato da un vero e proprio “trionfo di sport e inclusione”, ma anche da preziosi momenti di informazione e sensibilizzazione.

Interamente dedicati a numerose discipline sportive – aperte a persone con disabilità e non – saranno entrambi i pomeriggi (ore 16-19), a partire da sabato 28, con il CIP Campania (Comitato Italiano Paralimpico) a collaborare di volta in volta con l’Associazione Gladiatori del Terzo Tempo di San Mango Piemonte (Salerno), con l’Associazione Galleria Auchan di Mugnano di Napoli per il tennis tavolo e con l’Associazione Campania 90 di Casalnuovo di Napoli per lo showdown, disciplina affine al tennis tavolo, ma praticata da persone con disabilità visiva.

Domenica 29, poi, il CIP Campania sarà al fianco dell’Associazione Gabry Dance di Poggiomarino (Napoli) per la danza sportiva, delle Associazioni Virtus Casertana di Caserta e Noived di Napoli per la lotta sportiva e dell’Associazione Sitting Volley di Mondragone (Napoli) per il sitting volley.

Preziosa, come già nelle tappe di Happy Hand in Tour di Livorno e di Guidonia Montecelio (Roma), sarà anche la presenza, nel pomeriggio di sabato 28, del disegnatore Pietro Vanessi, coautore insieme a Tullio Boi del libro Disabill Kill. Sorridere nella disabilità: dalla A alla Z, che si metterà a disposizione di bimbi e adulti, con le sue “creazioni sul posto”.

E naturalmente, da ultimo, ma non certo ultimo, tutte le Associazioni coinvolte nell’evento (Gladiatori del Terzo Tempo, Galleria Auchan, Campania 90, AIPD Napoli-Associazione Italiana Persone Down, AISM Napoli-Associazione Italiana Sclerosi Multipla, ANIEP Caserta-Associazione Nazionale per la Promozione e la Difesa dei Diritti delle Persone Disabili, FIADDA Afragola-Nola-Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti delle Persone Audiolese, La Forza del Silenzio e UILDM Campania-Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, per il sabato. Gabry Dance, Virtus Casertana, Noived e Sitting Volley Mondragone, AIPD Caserta, AISM Napoli, ANIEP Caserta, FIADDA Afragola-Nola, Geppetto e Pinocchio di Santa Maria Capua Veter; Gli Amici di Eleonora; LPH Caserta-Teverola-Lega Problemi Handicappati e Italia Accessibile per la domenica), così come Fish Campania e il CIP Campania allestiranno proprie postazioni in entrambe le giornate (sabato ore 11-18, domenica ore 15-19), distribuendo un ricco materiale informativo e proponendo anche immagini e filmati sulla disabilità.

Piemonte – Mondovì, 28-29 novembre 2015

Il progetto farà nuovamente tappa in Piemonte sabato 28 e domenica 29 novembre al Centro Commerciale Mondovicino (Piazza Cerea, 15) di Mondovì (Cuneo), con tanto sport, danza, teatro musica, informazione e altro ancora.

Per quanto riguarda lo sport, tra le principali proposte vi sarà quella dedicata al baskin (basket integrato), attività sportiva di crescente popolarità, nata a Cremona e ispirata alla pallacanestro, che permette a giovani con e senza disabilità di giocare nella stessa squadra. A occuparsene, sia nel pomeriggio di sabato 28 che in quello di domenica 29 (ore 16-18) sarà l’Associazione Sportiva Dilettantistica Sportiamo di Bra (Cuneo).

Dal canto suo, l’Associazione Amicosport Libertas Cuneo – che fa parte di Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato dalle persone con disabilità – non si limiterà, sabato 28 (ore 15-18), a portare due mini-porte da calcetto e a coinvolgere bimbi e ragazzi presenti, ma promuoverà anche almeno due Smart Mob, azioni collettive di sensibilizzazione.

E ancora, sabato 28 (ore 15-18) l’Associazione SportABILI di Alba (Cuneo) promuoverà un’attività di danza, mentre domenica 29 (ore 15-17) l’Associazione monregalese Dioniso proporrà sia una dimostrazione dell’arte marziale aikido, sia una serie di attività teatrali all’insegna dell’espressione corporea.

Detto poi dell’animazione curata dalla Cooperativa Sociale Il Cortile di Villanova di Mondovì, da ultimo, ma non certo ultimo, non resta che ricordare l’“ospite d’onore” della giornata di sabato 28, vale a dire quel Diego Colombari dell’Associazione Polisportiva PASSO (Promozione Attività Sportiva Senza Ostacoli) di Cuneo, campione italiano dell’handbike.

Da ricordare infine che in entrambe le giornate le Associazioni presenti racconteranno a tutti la loro “storia” e le loro iniziative e che sarà presente una specifica postazione di FISH e CIP Cuneo, riguardante le attività più che ventennali della Federazione e il mondo della disabilità, resa possibile grazie alla grande disponibilità dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), che gestirà lo spazio. Per l’occasione e in tale sede è prevista anche una simpatica iniziativa di “truccabimbi”.

Marche – Ascoli Piceno, 28-29 novembre 2015

Sabato 28 e domenica 29 novembre, Happy Hand in Tour sarà anche nelle Marche, al Centro Commerciale Città delle Stelle (Via dei Mutilati del Lavoro) di Ascoli Piceno, con tanto sport, teatro, musica, informazione e altro ancora.

Per quanto riguarda lo sport, le proposte del CIP Marche riguarderanno il tennis tavolo, la scherma, il tiro con l’arco e il calcetto, nelle mattinate e nei pomeriggi di sabato e domenica (ore 11-13 e 16.30-20.30), con la collaborazione delle Associazioni locali VFL Virtus Ascoli, Polisportiva Borgo Solestà e Arcieri Piceni (per tiro con l’arco e calcetto).

In entrambe le giornate, inoltre, sono previste sia le attività curate dall’Associazione maceratese Il mio Labrador, che migliora la vita delle persone con disabilità, fornendo cani da assistenza altamente addestrati, sia i disegni degli Skizzati, laboratorio di grafica e fumetto educativo dell’Associazione La Meridiana, altra “anima” dell’evento, insieme all’APM (Associazione Paraplegici delle Marche).

Decisamente interessante, poi, anche la proposta multidisciplinare d’arte, denominata MeTe – Abili Equilibri d’Arte, in programma sia sabato che domenica (ore 18), a cura di due note realtà associative del territorio, quali La Casa di Asterione e il Laboratorio Minimo Teatro.

Va ricordato infine che le organizzazioni presenti già citate, oltre all’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), all’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e all’ANIEP (Associazione Nazionale per la Promozione e la Difesa dei Diritti delle Persone Disabili), racconteranno a tutti la loro “storia” e le loro iniziative, in una specifica postazione a fianco della FISH – di cui Roberto Zazzetti, presidente dell’Associazione La Meridiana, è referente per le Marche – e del CIP Marche, presieduto da Luca Savoiardi.

Emilia Romagna – Cesena, 28-29 novembre 2015

Happy Hand in Tour torna ancora in Emilia Romagna nei pomeriggi di sabato 28 e domenica 29 novembre al Centro Commerciale Lungosavio di Cesena (Via Arturo Carlo Jemolo, 110) di Cesena, con una serie di attività sportive, rivolte a persone con e senza disabilità, e preziosi momenti di informazione.

Sia sabato 28, dunque, che domenica 29 (ore 14.30-15.30), si partirà con alcuni percorsi di prova di orienteering, lo sport dell’orientamento, e anche di Trail-O, derivazione della medesima disciplina, in cui persone normodotate e persone con disabilità fisica possono concorrere alla pari. Ad occuparsene sarà l’Associazione Sportiva Dilettantistica cesenate Orientamente.

Mentre poi sabato (ore 15.30-17.30), la Società Sportiva Volley Cesena proporrà due ore tutte all’insegna del sitting volley, domenica, invece, sarà la danza sportiva per tutti di Romagna Sport Event a farla da protagonista nella medesima fascia oraria.

E ancora, in entrambe le giornate il Gruppo Sport è Vita Montecatone, composto da tecnici e volontari dell’Ospedale Montecatone, la nota struttura di Imola, specializzata nella cura e nella riabilitazione delle lesioni midollari e delle gravi cerebrolesioni, proporrà un’ora di tennis tavolo (17.30-18.30).

Per quanto riguarda infine l’informazione e la sensibilizzazione, in entrambe le giornate il CIP Emilia Romagna (Comitato Italiano Paralimpico), il CIP Cesena, la FISH Emilia Romagna (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), l’ANFFAS Cesena e l’ANFFAS Forlì (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), l’Associazione Il Disegno – Insieme per condividere l’handicap, l’AISM Cesena (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e Sport è Vita Montecatone allestiranno proprie postazioni, distribuendo materiale e anche proiettando immagini e video riguardanti le proprie attività.

Emilia Romagna – Bologna, 23-24 gennaio 2016

Happy Hand in Tour torna in Emilia Romagna sabato 23 e domenica 24 gennaio 2016 al Centro Commerciale Lame (Via Marco Polo) di Bologna, per una due giorni fatta soprattutto di sport e informazione, ma non solo.

Tra i protagonisti, innanzitutto, vi sarà William “Willy” Boselli, bolognese con tetraplegia, definibile come un “veterano” di questo tipo di eventi, che con la sua già citata Associazione WTKG ha dato vita a un’iniziativa splendida quale Happy Hand – Giochi senza barriere, vero e proprio festival dello sport e della solidarietà, al quale tra l’altro si ispira direttamente nel nome stesso il progetto Happy Hand in Tour, di cui non a caso WTKG è partner.

All’interno di Happy Hand Boselli – che qualche tempo fa ha raccontato la sua storia nel libro autobiografico Il Ballerino nell’albero, scritto insieme ad Alessandro Dall’Olio – promuove anche, da qualche anno, Happy Art, dimostrazione di disegno per persone con e senza disabilità, e lo farà anche al Centro Commerciale Lame, sia sabato 23 (ore 11-13), che domenica 24 (ore 17.30-19).

Altra protagonista (sabato e domenica ore 10.30-13.30 e domenica anche dalle 15.30 alle 18.30), sarà la squadra Sport è Vita – Montecatone, che disputa il Campionato D3 di tennis tavolo e che è nata nell’àmbito di Montecatone, la nota struttura di Imola, specializzata nella cura e nella riabilitazione delle lesioni midollari e delle gravi cerebrolesioni. Ad animare invece la medesima disciplina, nel pomeriggio di sabato 23 (ore 15-18), sarà l’Associazione Sportiva Dilettantistica Maior Tennistavolo di Castelmaggiore.

Aperti anch’essi a prove di gioco per persone con e senza disabilità, arriveranno quindi, sempre nel pomeriggio di sabato 23 (ore 15.20-18.30), i Bradipi di Bologna, la cui formazione Under 22, è bene ricordarlo, si è aggiudicata lo scorso anno il Campionato Italiano del basket in carrozzina nella propria categoria.

In questo caso, un’interessante opportunità per coloro che parteciperanno alla dimostrazione arriverà dalla gloriosa Virtus Bologna di basket, società che metterà a disposizione alcuni biglietti omaggio di ingresso a una delle proprie partite del Campionato di Serie A.

E per concludere, domenica 24 (ore 15-18) sarà la volta del sitting volley, a cura del Villanova Sitting Volley di Villanova di Castenaso.

Da segnalare infine che in entrambe le giornate (ore 11-18), verranno allestite alcune postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno le seguenti organizzazioni: CIP Emilia Romagna e CIP Bologna (Comitato Italiano Paralimpico); FISH Emilia Romagna (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); ANIEP Nazionale (Associazione Nazionale per la Promozione e la Difesa dei Diritti delle Persone Disabili); ANFFAS Bologna (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale); UILDM Bologna (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare); Associazione Bradipi Bologna; WTKG (Willy the King Group); Sport è Vita – Montecatone.

Emilia Romagna – Bologna, 30-31 gennaio 2016

A gran richiesta si replica a Bologna Happy Hand in Tour e altri nuovi protagonisti affiancheranno quelli dello scorso fine settimana, animando le giornate del 30 e 31 gennaio presso il Centro Commerciale Borgo (Via Marco Emilio Lepido, 186), per una due giorni fatta di sport, cultura e informazione.

Tra le “conferme” vi sarà innanzitutto William “Willy” Boselli, bolognese con tetraplegia, definibile come un “veterano” di questo tipo di eventi, che con la sua già citata Associazione WTKG ha dato vita a un’iniziativa splendida quale Happy Hand – Giochi senza barriere, vero e proprio festival dello sport e della solidarietà, al quale tra l’altro si ispira direttamente nel nome stesso il progetto Happy Hand in Tour, di cui non a caso WTKG è partner.

All’interno di Happy Hand Boselli – che qualche tempo fa ha raccontato la sua storia nel libro autobiografico Il Ballerino nell’albero, scritto insieme ad Alessandro Dall’Olio – promuove anche, da qualche anno, Happy Art, dimostrazione di disegno per persone con e senza disabilità, e lo farà anche al Centro Commerciale Borgo, sia sabato 30 (ore 11-13), che domenica 31 (ore 17-30-19).

Altra “conferma” (sabato 30, ore 15-18), la squadra Sport è Vita – Montecatone, che disputa il Campionato D3 di tennis tavolo e che è nata nell’àmbito di Montecatone, la nota struttura di Imola, specializzata nella cura e nella riabilitazione delle lesioni midollari e delle gravi cerebrolesioni. Ad animare invece la medesima disciplina, nel pomeriggio di domenica 31 (ore 15-18), sarà l’Associazione Sportiva Dilettantistica Maior Tennistavolo di Castelmaggiore.

E ancora, domenica 31 (ore 15-17.30), il sitting volley proposto dal Villanova Sitting Volley di Villanova di Castenaso.

Un capitolo a sé, sempre in àmbito sportivo, merita il basket, che sabato 30 (ore 15.30-19.30) vivrà un pomeriggio d’eccezione, dapprima con le dimostrazioni di gioco aperte a persone con e senza disabilità, a cura del CIP Bologna (Comitato Italiano Paralimpico), successivamente con il torneo a premi denominato Chi riuscirà a battere il campione?, insieme all’ex campione italiano di basket Claudio Pilutti. Per l’occasione, inoltre, la gloriosa Virtus Bologna di basket metterà in palio alcuni biglietti omaggio di ingresso a una delle proprie partite del Campionato di Serie A e, “ciliegina” finale, presenterà al pubblico due propri atleti, vale a dire l’americano Abdul Gaddy e Gino Cuccarolo.

Particolarmente ricche, poi, saranno le iniziative anche in altri settori. Se infatti nel pomeriggio di sabato 30 (ore 17.30-18.30) l’AIAS di Bologna (Associazione Italiana Assistenza Spastici) promuoverà una dimostrazione del proprio laboratorio di movimento creativo, domenica 31 (ore 18-19) i protagonisti saranno invece i componenti della compagnia teatrale Dopo… di nuovo, Gli Amici di Luca, composta anche da persone che hanno vissuto l’esperienza del coma presso la Casa dei Risvegli Luca De Nigris, la nota e innovativa struttura riabilitativa bolognese, inaugurata nel 2004 dall’Associazione degli Amici di Luca e rivolta a persone con esiti di coma e stato vegetativo, oltreché alle loro famiglie.

Per l’occasione la compagnia presenterà Laboratorio Aperto, performance interattiva, “dove il teatro – come è stato scritto – diventa uno strumento per facilitare la socializzazione, allenare la creatività individuale e arricchire le proprie potenzialità comunicative”.

Detto infine che un animatore coinvolgerà il pubblico, dando visibilità alle singole attività, va segnalato che in entrambe le giornate (ore 11-18), verranno allestite alcune postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno le seguenti organizzazioni: CIP Emilia Romagna e CIP Bologna (Comitato Italiano Paralimpico); FISH Emilia Romagna (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); AIAS Bologna (Associazione Italiana Assistenza agli Spastici); ANIEP Nazionale (Associazione Nazionale per la Promozione e la Difesa dei Diritti delle Persone Disabili); ANFFAS Bologna (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale); UILDM Bologna (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare); WTKG (Willy the King Group); Sport è Vita – Montecatone, Gli Amici di Luca.

Sicilia – Catania, 30-31 gennaio 2016

C’è grande entusiasmo a Catania per l’arrivo di Happy Hand in Tour, “prima assoluta” in Sicilia. A dimostrarlo basta la convinta adesione di numerose Federazioni sportive, che insieme al CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e ad altre pregevoli iniziative culturali, animeranno le giornate del 30 e 31 gennaio al Centro Commerciale Katané (Via Salvatore Quasimodo, 1) di Gravina di Catania, con tanto sport, teatro, musica e informazione.

Numerose, come accennato, le Federazioni sportive coinvolte, che proporranno nelle rispettive discipline di competenza dimostrazioni e prove di gioco, aperte a persone con e senza disabilità.

Si tratta della FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) per il sitting volley (sabato 30, ore 10.30-13.30; domenica 31, ore 10-12); della FITARCO (Federazione Italiana Tiro con l’Arco) (sabato 30, ore 11-13.30; domenica 31, ore 11-12); della FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva) (sabato 30, ore 16.15-17 e 17.30-18.30; domenica 31, ore 11-13 e 12-13.30); della FITET (Federazione Italiana Tennis Tavolo) (sabato 30, ore 18-19; domenica 31, ore 10.30-17); della FIPIC (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina) (domenica 31, ore 11.30-17).

In entrambi i pomeriggi, poi, sono previste importanti iniziative culturali, a partire da sabato 30 (ore 17-19), con una rappresentazione dell’Associazione Culturale Nèon, nata a Catania nel 1989 e impegnata nei campi del teatro, dell’editoria e del cinema.

Negli spettacoli di Nèon – è stato scritto – l’attore opera il passaggio dall’essere individuo all’essere singolo, ossia si trasforma in artificio di sé facendosi altro: agente di poesia, evento di se stesso. In tal modo scompare ogni possibile distinzione di genere tra i ‘diversi’, viceversa la differenza di ognuno diviene il fulcro del significato dell’opera”.

Domenica 31 (ore 17.30-19.30) sarà la volta del Coro S.M. Jacqueline du Prè, Direttore M° Luigi Arena dell’Associazione Sclerosi Multipla-S.M.@ L. L ONLUS, fondato nella città etnea in onore di una famosa musicista inglese con sclerosi multipla, scomparsa nel 1987.

L’obiettivo di questa preziosa esperienza è l’applicazione della “musico-canto terapia attiva e partecipata”, a beneficio delle persone con patologie croniche, progressive e degenerative, come appunto la sclerosi multipla, con esiti assai brillanti, sia in termini di “autostima” che di “autoefficacia”.

Da ultimo, ma non ultimo, va ricordato che in entrambe le giornate (ore 11-19) verranno allestite alcune postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno le organizzazioni promotrici delle varie iniziative (FIDARCO, FIDS, FIVAP, FITET), insieme al CIP Sicilia e al CIP Catania (Comitato Italiano Paralimpico), all’AIPD Catania (Associazione Italiana Persone Down), all’AISM Catania (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), all’ANFFAS Catania (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e all’ANIEP di Giarre (Associazione Nazionale per la Promozione e la Difesa dei Diritti delle Persone Disabili), Associazioni, queste ultime, tutte aderenti alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

Nella sola giornata di sabato 30, invece, sarà presente l’Associazione Culturale Nèon e in quella di domenica 31 la FIPIC e il Coro S.M. Jacqueline du Prè, Direttore M° Luigi Arena dell’Associazione Sclerosi Multipla-S.M.@ L. L ONLUS.

Emilia Romagna – Villanova di Castenaso, 6-7 febbraio 2016

Nella sua ventennale carriera ha vinto uno Scudetto, una Coppa dei Campioni, una Coppa Intercontinentale e ha ottenuto quattro promozioni in A1, oltre a dare un’immagine di correttezza e lealtà sui parquet di tutta Europa: Massimiliano “Max” Aldi, impegnato nel mondo del basket anche dopo avere appeso le scarpe al chiodo, sarà nel prossimo weekend, sabato 6 e domenica 7 febbraio, uno dei protagonisti della nuova tappa emiliana di Happy Hand in Tour, al Centro Commerciale Nova di Villanova di Castenaso, nei pressi di Bologna, nel corso della quale vi sarà anche un’esibizione di scherma insieme agli atleti con disabilità dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Zinella Scherma, mentre nella gara di abilità a far canestro da seduti, aperta a tutti, saranno messi in palio i dieci biglietti di tribuna offerti dal Calcio Bologna per il derby del 6 Marzo Bologna-Carpi e dieci biglietti per assistere a un match di basket della Virtus Bologna.

Ma non solo: ad animare infatti la nuova tappa del ciclo di eventi che tramite lo sport e l’espressione creativo-artistica tenta di trasmettere una nuova cultura sulla disabilità, vi saranno anche i campioni del basket di oggi, come Roderick “Rod” Odom e Simone Fabiani della Virtus, insieme a Federica Brunetti, Carlotta Gianolla e Katerina Pazzaglia, che si stanno facendo onore con la Magika Castel San Pietro nel Campionato di A2 di basket femminile.

Tra le gradite “conferme” di ospiti che tanto successo hanno già ottenuto nelle precedenti uscite bolognesi ai Centri Commerciali Lame e Borgo, vi sarà innanzitutto William “Willy” Boselli, persona con tetraplegia, definibile come un “veterano” di questo tipo di eventi, che con la sua già citata Associazione WTKG ha dato vita a un’iniziativa splendida quale Happy Hand – Giochi senza barriere, vero e proprio festival dello sport e della solidarietà, al quale tra l’altro si ispira direttamente nel nome stesso il progetto Happy Hand in Tour, di cui non a caso WTKG è partner.

All’interno di Happy Hand Boselli – che qualche tempo fa ha raccontato la sua storia nel libro autobiografico Il Ballerino nell’albero, scritto insieme ad Alessandro Dall’Olio – promuove anche, da qualche anno, Happy Art, dimostrazione di disegno per persone con e senza disabilità, e lo farà anche domenica 7 (ore 17.30-19) al Centro Commerciale Nova.

Altre “conferme” in àmbito sportivo, con dimostrazioni di gioco nelle rispettive discipline, saranno quelle del Villanova Sitting Volley di Villanova di Castenaso (domenica 7, ore 15-17.30) e dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Maior Tennistavolo di Castelmaggiore (sabato 6 e domenica 7, ore 15-18), che metterà a disposizione un tavolo omologato per persone ipomobili e per la quale sarà presente la campionessa regionale Matache Agafia, proveniente dal pluripremiato Centro Olimpico di Costanza in Romania.

Sarà invece un “inedito” la presenza dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Zinella Scherma, di San Lazzaro di Savena, con la partecipazione di Monia Bolognini, campionessa italiana paralimpica di spada, insieme agli altri atleti con disabilità Gianfranco Bompane e Stefano Fusconi, all’istruttore Stefano Formenti e alla preparatrice atletica Sara Pichierri.

Un capitolo a sé merita poi il basket con cui abbiamo aperto il nostro comunicato. Quello di domenica 7 (ore 15.30-19.30), infatti, sarà un pomeriggio con le dimostrazioni e le prove di gioco a cura del CIP Bologna (Comitato Italiano Paralimpico), seguite dal torneo a premi denominato Chi riuscirà a battere il campione?, insieme, come detto, all’ex campione Max Aldi, ai giocatori della Virtus Bologna Rod Odom e Simone Fabiani e ad alcune giocatrici della Magika Castel San Pietro.

Per l’occasione, inoltre, la stessa Virtus metterà in palio alcuni biglietti omaggio di ingresso a una delle proprie partite del Campionato di Serie A, così come – ulteriore “ciliegina” – farà il Bologna Calcio di Serie A, rendendo disponibili dieci biglietti di ingresso al derby con il Carpi del 6 marzo prossimo.

E infine un gradito ritorno a Happy Hand in Tour, dopo il grande apprezzamento ottenuto nelle tappe di Livorno, Guidonia Montecelio (Roma) e Afragola (Napoli): sabato 6 (ore 15-18) il noto disegnatore Pietro Vanessi, coautore insieme a Tullio Boi del libro Disabill Kill. Sorridere nella disabilità: dalla A alla Z, si metterà ancora una volta a disposizione di bimbi e adulti, con le sue “creazioni sul posto”.

Come ormai di consueto, in tutti i Centri Commerciali coinvolti, verranno allestite in entrambe le giornate (ore 11-18) una serie di postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno: CIP Emilia Romagna e CIP Bologna (Comitato Italiano Paralimpico); FISH Emilia Romagna (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); AISM Bologna (Associazione Italiana Sclerosi Multipla); ANFFAS Bologna e ANFFAS Forlì (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale); UILDM Bologna (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare); WTKG (Willy the King Group); le Associazioni Sportive Dilettantistiche Maior Tennistavolo e Zinella Scherma; l’Associazione Villanova Sitting Volley.

Emilia Romagna – Imola, 12-13 marzo 2016

Sport, musica, buona informazione e molto altro ancora, insieme a grandi ospiti, come i giocatori dell’Andrea Costa di basket, che militano nella Serie A2 nazionale: sarà un weekend tutto da vivere, quello in programma per il 12 e il 13 marzo a Imola (Bologna), con la nuova tappa emiliana di Happy Hand in Tour.

Il nuovo appuntamento sarà al Centro Commerciale Leonardo (Viale Giorgio Amendola, 129), dove sin da sabato 12 tutti i presenti – con disabilità o meno – potranno ad esempio giocare a calciobalilla (ore 13-18), insieme all’Associazione Unità Spinale (AUS) Montecatone, nata presso l’omonima struttura imolese, specializzata nella cura e nella riabilitazione delle lesioni midollari e delle gravi cerebrolesioni. Oppure misurasi con il sitting volley (pallavolo da seduti) dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Villanova San Lazzaro Pallavolo VIP di Villanova di Castenaso (ore 14-18).

A curare invece l’apparecchiatura beamZ, e a proporre tanta buona musica, sarà la Fondazione Montecatone (ore 14-16), il tutto fino al “pezzo forte” della prima giornata, ovvero le dimostrazioni e le prove di gioco di basket a cura del CIP Bologna, seguite dal torneo a premi denominato Chi riuscirà a battere il campione?, insieme, come detto, ad alcuni giocatori dell’Andrea Costa Imola.

Domenica 13, poi, sarà ancora sitting volley, sempre con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Villanova San Lazzaro Pallavolo VIP (ore 15-17.30) e calciobalilla (ore 13-18), con l’AUS Montecatone, impegnata però anche con una proposta di animazione musicale e karaoke (ore 12.30-18) e, nel pomeriggio (ore 17.30-19), con un laboratorio creativo, che vedrà attivarsi insieme persone con e senza disabilità.

Infine, ad arricchire ulteriormente il programma domenicale, lo showdown – sorta di tennis tavolo praticato da persone con disabilità visiva – curato da una vera e propria struttura “storica” della città di Bologna, nata alla fine dell’Ottocento, vale a dire l’Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza (ore 13-20).

A presentare e ad animare le due giornate sarà Giorgio Conti, giornalista della redazione imolese di Radio Bruno e come sempre, in tutti i Centri Commerciali coinvolti da Happy Hand in Tour, verranno allestite in entrambe le giornate (ore 11-18) varie postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno: CIP Emilia Romagna e CIP Bologna (Comitato Italiano Paralimpico); FISH Emilia Romagna (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); UILDM Bologna (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare); WTKG (Willy the King Group); le Associazioni AUS Montecatone, Villanova San Lazzaro Pallavolo VIP e Free Wheels.

Lombardia – Milano, 9-10 aprile 2016

Appuntamento per sabato 9 e domenica 10 aprile al Centro Commerciale Sarca, dove grazie alla collaborazione del CIP Lombardia con alcune Federazioni Sportive, in entrambe le giornate (sabato 9 dalle 10 alle 18 e domenica 10 dalle 10 alle 17) verranno proposte alcune dimostrazioni e prove di gioco, aperte a persone con e senza disabilità.

Sarà il caso, ad esempio, del calciobalilla, con la FPICB (Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla), alla presenza di Carmelo Alogna, valente giocatore di basket in carrozzina dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Basket Seregno, ma anche del tennis tavolo, con la FITET (Federazione Italiana Tennis Tavolo) e la partecipazione di Antonio Poli, campione in carrozzina di questa disciplina. E ancora, ilsollevamento pesi con la FIPE (Federazione Italiana Pesistica) e un testimonial come Valentino Statella, persona paraplegica, vicecampione italiano di questo sport nella sua categoria. Infine, lo showdown, sorta di tennis tavolo praticato da persone con disabilità visiva, insieme alla FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi) e con la partecipazione di Francesco Cusatidell’Istituto dei Ciechi di Milano.

Ma come si è detto, al Centro Sarca di Milano Happy Hand in Tour non sarà solo sport, in particolare domenica 10, quando dalle 17 alle 19 l’ANFFAS Nord Milano (Associazione Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) dapprima organizzerà un rinfresco servito dai propri giovani con disabilità e volontari, i quali saranno poi protagonisti, insieme all’animatore Lino, di un evento centrato sull’animazione musicale.

E da ultimo, ma non certo ultimo, chiusura in grande stile alle 19, con un concerto della AllegroModerato InBand, gruppo composto da musicisti con disabilità e da musicisti professionisti, una delle tante “creature” nate a Milano nell’àmbito della Cooperativa AllegroModerato, con la convinzione e l’intento di dimostrare che l’educazione musicale può attivare e sviluppare energie e competenze emotive, cognitive e relazionali, capaci di valorizzare la qualità della vita delle persone con fragilità psichiche, mentali e fisiche.

Come sempre accade, infine, in tutti i Centri Commerciali coinvolti da Happy Hand in Tour, verranno allestite in entrambe le giornate (ore 10-18) varie postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno: il CIP Lombardia (Comitato Italiano Paralimpico), le citate Federazioni FPICB (Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla), FITET (Federazione Italiana Tennis Tavolo), FIPE (Federazione Italiana Pesistica) e FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi), la LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), la LEDHA Milano, l’AISM Milano (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e l’ANFFAS Nord Milano(Associazione Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale).

Marche – San Benedetto del Tronto, 9-10 aprile 2016

Happy Hand in Tour torna nelle Marche dopo il successo ottenuto nel novembre dello scorso anno ad Ascoli Piceno. L’appuntamento è per sabato 9 e domenica 10 aprile al Centro Commerciale Porto Grande di Via Pasubio a San Benedetto del Tronto, per una due giorni all’insegna dello sport, ma anche dell’inclusione e dell’animazione, con tanta buona informazione e divertimento per tutti.

Per quanto riguarda le discipline sportive di cui verranno proposte alcune dimostrazioni, aperte a persone con e senza disabilità, ci sarà innanzitutto il torball di sabato 9 (ore 15.30-18), con l’Associazione Picena Non Vedenti Torball di Ascoli Piceno, impegnata a far conoscere il calcio con palla sonora praticato dalle persone con disabilità visiva.

Sempre sabato 9, poi, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Scuola di Pallavolo Fermana di Fermo darà la possibilità a tutti di misurarsi con il sitting volley, la “pallavolo da seduti” che permette di giocare insieme, persone con e senza disabilità (ore 16-19), mentre domenica 10 (ore 16-18) sarà la volta del basket, con la Polisportiva Amicacci Basket in Carrozzina di Giulianova (Teramo).

Altro momento particolarmente interessante sarà quello curato sia sabato 9 che domenica 10 (ore 15.30-19.30) dalle Associazioni Liberi nel Vento di Fermo e ARAsub di Civitanova Marche (Macerata), la prima delle quali allestirà una barca a vela accessibile alle persone con disabilità, mentre la seconda distribuirà materiale informativo sulla subacquea praticata da persone con disabilità, il tutto con prove e simulazioni insieme agli atleti e ai volontari delle due organizzazioni.

Ma non sarà solo sport, come dicevamo: l’Associazione La Meridiana di Ascoli Piceno, infatti, proporrà in entrambe le giornate (ore 15.30-18) un laboratorio educativo di grafica e fumetto, oltre ad ulteriori iniziative all’insegna dell’inclusione. E lo farà con il proprio gruppo giovanile degli Skizzati, nato proprio per approfondire attività legate al valore educativo, inclusivo e sociale delle arti, della grafica e del fumetto.

Detto infine che sia sabato che domenica a tenere le fila dell’evento saranno gli operatori di Eureka Animazione, ricordiamo che come in tutti i Centri Commerciali coinvolti da Happy Hand in Tour, verranno allestite varie postazioni (ore 10-18), con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno: il CIP Marche (Comitato Italiano Paralimpico), l’APM (Associazioni Paraplegici delle Marche) – il cui presidente Roberto Zazzetti è referente per la Regione della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – l’Associazione La Meridiana, l’AISM Marche (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), l’ANIEP Ascoli Piceno (Associazione Nazionale per la Promozione e la Difesa dei Diritti delle Persone Disabili), l’Associazione ARAsub, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Liberi nel Vento, la Polisportiva Amicacci Basket in Carrozzina, l’Associazione Picena Non Vedenti Torball, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Sordapicena di San Benedetto del Tronto e l’Associazione Sportiva Dilettantistica Scuola di Pallavolo Fermana (solo sabato 9).


Emilia Romagna – Ravenna, 16-17 aprile 2016

Nuova tappa di Happy Hand in Tour in  Emilia Romagna, a Ravenna, presso il Centro Commerciale ESP (Via Marco Bussato, 74), dove sin da sabato 16 tutti i presenti – con disabilità o meno – potranno ad esempio giocare a calciobalilla o a tennis tavolo (ore 13-18), insieme all’Associazione Unità Spinale (AUS) Montecatone, nata presso l’Ospedale Montecatone Rehabilitation Institute, la nota struttura di Imola specializzata nella cura e nella riabilitazione delle lesioni midollari e delle gravi cerebrolesioni. Oppure misurarsi con il tiro a segno dell’Associazione Sportiva Disabili Dilettantistica Baskin Faenza (ore 15-18), che all’esterno del Centro Commerciale, nello stesso orario, proporrà anche un pomeriggio all’insegna del baskin (basket integrato), disciplina ispirata alla pallacanestro e inclusiva per definizione, in quanto pensata proprio per permettere a giovani con e senza disabilità (fisica e/o intellettiva) di giocare nella medesima squadra.

Domenica 17, poi, sarà ancora calcio balilla e tennis tavolo, sempre con l’AUS Montecatone (ore 13-18), Associazione che animerà in parallelo anche un laboratorio creativo aperto a tutti (ore 15-18).

E da ultimo, ma non ultimo, chiusura in bellezza con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Balla con Mery, per scatenarsi nella danza sportiva e divertirsi tutti insieme, a partire dai bimbi con e senza disabilità (ore 16-17).

Come sempre, in tutti i Centri Commerciali coinvolti da Happy Hand in Tour, verranno allestite in entrambe le giornate (ore 13-18) varie postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno: CIP Emilia Romagna e CIP Ravenna (Comitato Italiano Paralimpico); FISH Emilia Romagna (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); UILDM Ravenna (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare); AUS Montecatone; Ospedale Montecatone Rehabilitation Institute; Associazione Sportiva Disabili Dilettantistica Baskin Faenza (solo sabato 16) e Associazione Sportiva Dilettantistica Balla con Mery (solo domenica 17).

Veneto – San Donà di Piave, 7-8 maggio 2016

Nuovo appuntamento in Veneto, al Centro Commerciale Piave di San Donà di Piave (Via Iseo, 1), dove sin da sabato 7, ma anche domenica 8, tutti i presenti – con disabilità o meno – potranno ad esempio giocare a calciobalilla o a tennis tavolo (ore 14.30-18.30), grazie agli spazi allestiti dal CIP del Veneto.

Sarà poi la volta delle arti marziali, con il judo di sabato 7 (ore 15-17), rivolto ad atleti ipovedenti e guidato dal campione internazionale Matteo Ardit, ma anche con il karate di domenica 8 (ore 14.30-18), insieme all’Associazione Sportiva Dilettantistica Karate Kanazawa Cimadolmo, proveniente da quest’ultima località in provincia di Treviso.

L’animazione a base di ballo e musica, che coinvolgerà tanti ragazzi con disabilità, verrà invece proposta sabato 7 (ore 15-16-30) dall’Associazione padovana Down DADI (Down, Autismo e Disabilità Intellettiva), mentre l’ANFFAS Sant’Alberto Magno di Mestre (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) proporrà sempre sabato 7 (ore 14.30-18.30), un laboratorio artistico, con la creazione di vari manufatti e bomboniere.

Si parlava poi di preziosi momenti di informazione e sensibilizzazione e tale sarà ad esempio quello voluto dalla UILDM di Venezia (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), sia sabato 7 che domenica 8 (ore 14.30-18.30), con l’allestimento di un percorso “ricco” di barriere architettoniche, per dare la possibilità a tutti coloro che lo vorranno di sperimentare le difficoltà che si incontrano muovendosi su una carrozzina manuale.

Dal canto suo, l’AISM di Venezia (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) organizzerà sabato 7 (ore 17-18.30) un incontro dimostrativo sulle difficoltà fisiche dei malati di sclerosi multipla, mettendo a disposizione di tutti il kit denominato Senti come mi sento.

Come sempre, in tutti i Centri Commerciali coinvolti da Happy Hand in Tour, verranno allestite in entrambe le giornate (ore 14.30-18.30) varie postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle nella sola giornata di sabato 7 saranno l’AISM di Venezia (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e l’ANFFAS Sant’Alberto Magno di Mestre (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e nella sola giornata di domenica 8 l’Associazione Sportiva Dilettantistica Karate Kanazawa Cimadolmo. Saranno invece presenti in tutto il weekend la UILDM di Venezia (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e l’Associazione La Nostra Famiglia di San Donà-Conegliano.

Emilia Romagna – Faenza, 14-15 maggio 2016

Happy Hand in Tour arriva a Faenza (Ravenna) nel weekend del 14 e 15 maggio, al Centro Commerciale Le Maioliche (Via Bisaura, 3), con alcune belle proposte all’insegna dello sport, della danza e di tanto divertimento, aperte a persone con e senza disabilità, insieme ad alcune realtà del territorio già felicemente protagoniste in alcune tappe precedenti di Happy Hand in Tour.

Si tratta innanzitutto dell’Associazione Villanova Sitting Volley di Villanova di Castenaso (Bologna), che sabato 14 farà giocare tante persone a sitting volley, la “pallavolo da seduti” (ore 15-18, spazio esterno ingresso Decathlon). E anche dell’ Associazione Sportiva Disabili Dilettantistica Baskin Faenza, che mentre sabato 14 (ore 15-18, galleria) consentirà di misurarsi con il tiro a segno, domenica 15 (ore 15-18, area esterna parcheggio) darà vita a un pomeriggio all’insegna del baskin (basket integrato), disciplina ispirata alla pallacanestro e inclusiva per definizione, in quanto pensata proprio per permettere a giovani con e senza disabilità (fisica e/o intellettiva) di giocare nella medesima squadra.

Insieme a loro, sabato 14 (ore 15-18, piazza centrale), l’Associazione Gioca Faenza Tantisport, che è nota soprattutto per le attività in ambito di orienteering (“corsa di orientamento”), ma che per l’occasione si rivolgerà ai bambini con disabilità, allestendo alcuni percorsi di gioco per loro.

E da ultima, ma non certo ultima, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Balla con Mery, che dopo il grande consenso ottenuto nella tappa di Ravenna di Happy Hand in Tour, darà la possibilità a tutti, a partire dai bimbi con e senza disabilità, di scatenarsi nella danza sportiva.

Come sempre, in tutti i Centri Commerciali coinvolti da Happy Hand in Tour, verranno allestite in entrambi i pomeriggi (ore 14-18) varie postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati.

A curarle saranno: CIP Emilia Romagna e CIP Ravenna (Comitato Italiano Paralimpico); FISH Emilia Romagna (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); Associazione Sportiva Disabili Dilettantistica Baskin Faenza; Associazione Gioca Faenza Tantisport; Associazione Autismo Faenza; AISM Ravenna (Associazione Italiana Sclerosi Multipla); Associazione Villanova Sitting Volley (solo sabato 14) e Associazione Sportiva Dilettantistica Balla con Mery (solo domenica 15).

Toscana – Livorno, 4-5 giugno 2016

Si concluderà a Livorno, ovvero da dove era incominciata, nell’ottobre dello scorso anno, la prima stagione di Happy Hand in Tour. Lo farà nel weekend del 4 e 5 giugno al Centro Commerciale Porta a Mare, con un programma quanto mai ricco, all’insegna dello sport, della danza, dell’animazione, dell’informazione e di tanto divertimento, il tutto aperto a persone con e senza disabilità.

Innanzitutto, nel pomeriggio di sabato 4 (ore 15-17), la dimostrazione di danza paralimpica della Società Sportiva DanzaMania di Cecina. Poi il judo paralimpico a cura del CIP Livorno (ore 16-17), mentre nelle loro rispettive postazioni le Associazioni AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), Afasia Livorno (Associazione Afasici Toscana) e ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) si renderanno protagoniste di alcune interessanti proposte. L’AISM, infatti, metterà a disposizione di tutti il kit denominato Senti come mi sento, per far comprendere le difficoltà fisiche e psicologiche delle persone con sclerosi multipla (ore 15-18); Afasia Livorno, invece, si soffermerà sulle varie iniziative promosse in àmbito di sport e cultura per le persone con esiti da ictus (ore 15-18); l’ANFFAS, infine, si occuperà dei diritti delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, tramite la distribuzione di materiale informativo ad hoc (ore 15-18.30).

Nel frattempo, la Polizia Municipale di Livorno spiegherà ai presenti quali siano le iniziative attuate e progettate nella città labronica, per renderla più accessibile alle persone con disabilità (ore 15-18.30), mentre la serata si chiuderà in bellezza con la lezione aperta di recitazione della Compagnia Major Von Frizius, gruppo pluripremiato formato da ottanta attori con e senza disabilità.

Grandi proposte sono poi in programma anche per la seconda giornata di domenica 5, che si aprirà (ore 9-13) con le dimostrazioni di tennis per persone ipovedenti e non vedenti, a cura dell’Associazione SIL (Sport Insieme Livorno).

Sempre per lo sport, inoltre, nel pomeriggio sono previste la partita di basket in carrozzina (ore 15-18.30), promossa dall’Associazione TDS (Toscana Disabili Sport) e il sitting volley (pallavolo da seduti) curato dal CIP Toscana (ore 16-20), ma anche – sia in mattinata (ore 10-13) che nel pomeriggio (ore 15-18) – le esibizioni mozzafiato dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Paracadutismo Moli-DZone (Flygang) di Molinella (Bologna).

Detto che anche nella seconda giornata dell’evento sia Afasia Livorno (ore 10-13 e 15.30-18), sia la Polizia Municipale (ore 15-18.30) proseguiranno il lavoro di informazione e sensibilizzazione avviato il sabato, la conclusione sarà letteralmente “col botto”, grazie alla presenza di due personaggi assai noti nel loro specifico settore.

Innanzitutto l’artista livornese Andrea Fedi, in arte Katastrofa Clown, che tra bolle di sapone, marionette e gag si esibirà per grandi e piccini, con il suo Katastrofa Show (ore 16.30-18.30).

Quindi una vera e propria “icona” del calcio locale, quell’Igor Protti che tuttora continua a mantenere forti legami con Livorno e con il Calcio Livorno, che come già all’esordio di Happy Hand in Tour, ha ben volentieri accettato il ruolo di testimonial dell’evento e che chiuderà con un suo intervento la due giorni.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: presidenza@fishonlus.it, sustainability@gruppoigd.it.